SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Ostia, sul lungomare appuntamento a tutti i ciclisti per l'inaugurazione della pista ciclabile

Da Ostia in bici e SI X Municipio le critiche "costruttive" al progetto per migliorare la fruibilità e le possibilità di utilizzo della ciclabile.Anche la velocità di molti utenti a due ruote crea pericoli e necessita di attenzione e segnalazioni.

printDi :: 04 settembre 2020 23:00
pista ciclabile

pista ciclabile

(AGR) Domani, per iniziativa di un gruppo di cittadini del Municipio X, sabato 5 settembre alle ore 18 appuntamento al Pontile di Ostia si terrà a battesimo la nuova pista ciclabile del Lungomare  Gli appassionati delle due ruote potranno poi percorrere la pista fino a piazzale della Rotonda. Sulla pista ciclabile continuano le polemiche, certo, non tutto funziona come dovrebbe, ma nei fatti può essere giudicata positivamente, bisognerà abituarsi alla nuova realtà e correggere eventuali errori di progettazione. Ostia in bici, ad esempio, pur giudicando positiva la realizzazione, indica alcune modifiche da apportare al progetto: “Innanzitutto- si legge sulla nota di Ostia in bici – gli attraversamenti pedonali vanno adeguatamente segnalati con segnaletica orizzontale e verticale. Spesso lo scivolo per i disabili non è in prossimità del parcheggio ed il parcheggio riservato a volte è lontano dagli stabilimenti. Inoltre – Ostia bici ci tiene a segnalare un comportamento poco corretto – E’ importante la moderazione della velocità. La pista è piena di attraversamenti, pericoli dovuti alle aperture sportelli, e anche percorsa da bambini, pertanto è necessario apporre dei cartelli con opportune limitazioni di velocità. Infine, per lo scarico merci e la raccolta dei rifiuti sarebbe opportuno creare (come per i mezzi AMA) dei punti predisposti per il carico/scarico merci e in entrambi i casi segnalarlo con appositi cartelli.

Collegamenti con altre bike lane, crediamo, infatti, che sia opportuno collegare la pista appena creata con le altre, esistenti o future, per creare una rete e aumentarne notevolmente l’interesse. A riguardo il tratto tra via G. Da Sangallo e Piazza Scipione l’Africano è assolutamente da riprogettare, è pericoloso per i ciclisti ed i pedoni. E’ necessario allargare la pista ed apporre una separazione fisica tra pedoni e ciclisti. Questo significa togliere i parcheggi a spina e farli in linea”.

Per Marco Possanzini (Sinistra Italiana X Municipio) ci sono errori di progettazione dovuti alla fretta nella realizzazione dell’opera. “Avevamo detto che la ciclabile realizzata in fretta e furia con i sanpietrini drenanti ricoperti di asfalto, si sarebbe allagata alla prima pioggia e così è stato. Con l’occasione, infatti, i lavori in corso potevano disostruire le caditoie sul lungomare migliorando il drenaggio delle acque.

Le poche colonnine per le ricariche elettriche presenti sul lungomare sono diventate praticamente inaccessibili e la sospensione a tempo indeterminato delle fermate del bus sul lungomare, si mettono in contrapposizione ciclisti e pendolari che utilizzano il trasporto pubblico. Poi c’è la questione irrisolta dei rallentamenti dei mezzi di soccorso, un altro rebus in attesa di soluzioni concrete”

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE