SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Ostia, demolizione ex-Arca,operazione solo di facciata?

Denuncia di SI X Municipio: intervento dovuto ed innocuo rispetto agli interessi dei balneari. Non è un atto rivoluzionario quanto un obbligo dell'amministrazione

printDi :: 04 marzo 2020 15:59
Ostia, demolizione ex-Arca

Ostia, demolizione ex-Arca

(AGR) “A poche ore dal Consiglio Municipale che darà parere positivo sul nuovo PUA, la Sindaca Raggi, con tanto di piccone e maggioranza municipale al seguito, è tornata nel Municipio X per benedire un intervento, assolutamente dovuto e "innocuo" rispetto alle prepotenze dei "prenditori del mare", spacciato sciattamente per abbattimento del "lungomuro".  – esordisce Marco Possanzini, SI X Municipio – Si tratta di una spiaggia libera, lasciata nel degrado da molto tempo, abbandonata dall'Amministrazione che invece ha il dovere di bonificarla e renderla fruibile, altro che ripristino della legalità e restituzione delle spiagge ai cittadini. La bonifica di queste spiagge libere, abbandonate da anni, è un atto dovuto e non certo un’azione rivoluzionaria che spezza le catene di interessi presenti sul mare di Roma.

Tecnicamente si spaccia per “rivoluzione” quello che in realtà è un obbligo e lo si fa a poche ore dal fatidico parere favorevole sul PUA. C'è da aggiungere che il Comitato Balnerari di Ostia ha accolto con grande favore questo intervento della Raggi sulle spiagge libere. Il motivo è assolutamente comprensibile e semplice: gli interessi degli "stabilimentari", sia con il nuovo PUA, sia con gli interventi spot sulle spiagge libere, non vengono assolutamente messi in discussione”.

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
x

ATTENZIONE