SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Ostia, acqua azzurra e cristallina, Caliendo: entro due anni arriva la "bandiera blu"?

L'assessore Caliendo (attività produttive e turismo): Con l’Arpa Lazio stiamo monitorando la situazione di continuo ed i risultati sono confortanti. Non escluderei che entro due o tre anni anche Ostia conquisti la sua prima “bandiera blu” per la qualità del mare

printDi :: 19 ottobre 2022 10:00
Ostia, acqua azzurra e cristallina, Caliendo: entro due anni arriva la bandiera blu?

(AGR) Ostia migliorano le condizioni del mare. L’inquinamento veicolato dal Tevere non fa più paura. Bagni più sicuri ed in acqua pulita e non solo alle “Secche di Tor Paterno” (sei miglia al largo) ma anche sulla costa e le spiagge frequentate ogni anno da milioni di bagnanti.

Il “miracolo” sarebbe avvenuto negli ultimi due anni ed i risultati delle analisi effettuate di recente indicherebbero anche sensibili miglioramenti. L’ha anticipato, ieri, nel corso della conferenza di presentazione del congresso “Sea Drone Tech Summit” (in progamma il 25 e 26 ottobre al polo natatorio di Ostia), l’assessore Antonio Caliendo del X Municipio con la delega sulle attività produttive ed il turismo.

“Con l’Arpa Lazio stiamo monitorando la situazione di continuo ed i risultati sono confortanti. - ha detto Caliendo – Non escluderei che entro due o tre anni anche Ostia conquisti la sua prima “bandiera blu” per la qualità del mare. La qualità delle nostre acque, certificata dalle analisi, può essere uno strumento determinante per rilanciare il litorale romano ed il turismo. Stiamo lavorando in sinergia con tutti gli Enti interessati, dalla Regione Lazio alla Capitaneria di porto, i risultati saranno già tangibili nella prossima stagione estiva, per ora teniamoci il nostro mare pulito”.

A quanti facevano notare all’assessore che i parametri per l’assegnazione delle “Bandiere blu” non sono solo ed unicamente la qualità delle acque del mare, ma anche, ad esempio, la funzionalità dei servizi pubblici, la viabilità, la gestione dei rifiuti, nodi difficili da sciogliere….

Antonio Caliendo tira dritto: “Oggi sono qui per vedere all’opera i droni ed i robot marini. In particolare siamo interessati a quei progetti che prevedono l’impiego di droni e robot per il controllo dell’ecosistema marino, della qualità dell’acqua e del livello di inquinamento, oltre che per il soccorso in mare. Si tratta di soluzioni tecnologiche che ci auguriamo di poter vedere presto all’opera anche nel mare di Roma”

foto archivio AGR

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE