SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Lazio, stazioni ferroviarie nel mirino della Polfer

L’attività settimanale della Polizia di Stato nelle Stazioni Ferroviarie del Lazio ed a bordo dei treni ha portato alla denuncia di 34 persone. Sono state controllate 18.331, 424 le pattuglie impiegate in stazione ed elevate 4 contravvenzioni

printDi :: 31 marzo 2020 10:58
pattuglia polizia a Termini

pattuglia polizia a Termini

(AGR) I controlli nel corso della settimana della polizia nelle stazioni ferroviarie regionali hanno portato alla denuncia di 34 persone in stato di libertà. In tutto sono state controllate 18.331 persone, 424 le pattuglie impiegate in stazione e sono state elevate 4 contravvenzioni amministrative.

Sono stati, inoltre, intensificati i controlli di sicurezza in ottemperanza del Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri emesso a seguito della nota emergenza inerente il “Coronavirus-COVID19”. Nella giornata del 25 marzo, ad esempio, sono finiti in manette tre borseggiatori, infatti gli agenti della Squadra di Polizia Giudiziaria del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Lazio hanno denunciato in stato di libertà per furto aggravato in concorso, tre cittadini stranieri. Nello specifico, i tre nordafricani, hanno derubato un cittadino italiano del portafogli, la vittima, accortasi del furto ha subito avvisato i poliziotti che, anche grazie all’ausilio delle immagini di videosorveglianza, sono riusciti ad individuare e ad a bloccare i tre stranieri.

Nel pomeriggio del 27 marzo, gli agenti del Settore Operativo di Roma Termini hanno denunciato in stato di libertà un cittadino italiano. L’uomo è stato fermato all’ingresso dello scalo ferroviario di Roma Termini per il controllo ed ha mostrato agli agenti un’autocertificazione con una motivazione non conforme alle disposizioni in vigore. Alle rimostranze degli agenti, il 23enne ha mostrato insofferenza fino ad oltraggiare gli stessi, che, con l’ausilio di altri poliziotti lo hanno condotto in ufficio ed indagato per il reato di oltraggio e resistenza a Pubblico Ufficiale e multato per violazione delle disposizioni inerenti il virus COVID-19.

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE