SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Incendio all'Idroscalo, il Cdq: tutta l'area deve essere messa in sicurezza

Andrea Rapisarda (Cdq): i cittadini dei quadranti di Ostia Ponente, Nuova Ostia e l’Idroscalo, sono stati costretti a respirare i fumi tossici generati dal rogo. Una situazione insostenibile, considerata anche il precedente grave incendio divampato lo scorso 27 giugno

printDi :: 10 luglio 2022 13:15
sterpaglie e vegetazione senza nessuna cura a pochi metri dalle case

sterpaglie e vegetazione senza nessuna cura a pochi metri dalle case

(AGR) Dopo l'incendio di ieri su via della Martinica il CdQ ha trasmesso il seguenete comunicato: "Nelle istituzioni era stato etichettato come “Pierino grida al.... lupo’” le numerose segnalazioni poste sul degrado presente nel canneto tra via della Martinica e via della Tortuga, - scrive Andrea Rapisarda, presidente del CdQ Parco Pallotta - in una situazione che da tempo denunciavo con il CdQ Parco Pallotta come potenziale causa di incendi nell’area della Riserva Naturale del Litorale Romano. Nonostante i molteplici video fatti con residenti che testimoniavano come all’interno del canneto fossero presenti baraccopoli e discariche abusive, nessuno è mai intervenuto con efficacia su questo problema ambientale. Tutto fino a ieri... quando è andato in fiamme una vasta area di sterpaglie ed il fuoco è arrivato sotto i balconi degli appartamenti di via della Martinica.

Ancora una volta, a farne le spese non sono solamente l’ambiente, la vegetazione e gli animali che vedono distrutto il loro habitat naturale, ma anche i cittadini dei quadranti di Ostia Ponente, Nuova Ostia e l’Idroscalo, costretti a respirare i fumi tossici generati dal rogo. Una situazione insostenibile, considerato anche  il precedente grave incendio divampato il 27 giugno scorso sotto la Tor San Michele e a pochi metri di distanza dalle palazzine di via della Martinica. Come residenti, siamo esausti di questa faccenda. Chiediamo al sindaco Gualtieri e il presidente Falconi, cosa stanno realmente facendo per tutelare la nostra zona e soprattutto la salute pubblica, in un quadrante dove oltretutto vivono centinaia di bambini e sorgono scuole, centri estivi e numerose attività sportive".

Photo gallery

le sterpaglie vicino alle case

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE