SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

ferragosto 2007

print18 agosto 2007 18:47
ferragosto 2007
(AGR) ROMA – Sono stati 36 milioni gli italiani in vacanza, in questo Ferragosto 2007. Dieci milioni dei quali solo per pochi giorni. Complessivamente, 3 milioni di persone in meno, rispetto allo scorso anno.

Con gli alberghi che registrano un meno due per cento di presenze. Mare e isole hanno attratto 24 milioni di villeggianti; il resto si è diviso tra montagna,città d'arte, laghi e campagna. I dati sono di Telefono Blu, e danno una stima quantitativa del giorno più festivo dell'estate.

Secondo i calcoli di Telefono Blu, sono poco meno di 3 milioni le persone oggi al lavoro, di cui oltre la metà nelle località turistiche. Il resto, impegnati nelle attività che non chiudono mai per ferie: ordine pubblico, ospedali, trasporti, altri servizi di prima necessità.

La Protezione> civile regionale del Lazio non è andata in vacanza. Con l'operazione «Ferragosto sereno» è stato garantito, in aggiunta al consueto servizio antincendi pienamente attivo su tutto il territorio del Lazio, un'attività di controllo, assistenza e soccorso su tutte le spiagge libere della Regione, e sulle principali arterie di collegamento con il litorale. L'attività della giornata di ferragosto si inserisce nel quadro del progetto «Al mare sereni estate 2007», realizzato dalla Protezione civile del Lazio in collaborazione con il Dipartimento nazionale, la Guardia Costiera, la Guardia di Finanza, la scuola del mare dell'Università La Sapienza di Roma e i Vigili del fuoco. Hanno partecipato 45 organizzazioni regionali di volontariato della Protezione civile con 60 imbarcazioni e 30 automezzi e in tutto oltre 480 unità operative adibite al servizio mare e spiaggia. Sono stati effettuati presidi fissi di assistenza agli automobilisti lungo le strade di maggior traffico da e per le zone litorali con distribuzione,quando è sytato necessario, di bottiglie di acqua minerale, presenza sulle spiagge libere non altrimenti sorvegliate di postazioni fisse per l'assistenza ai bagnanti e una rete regionale unica di assistenza ai natanti organizzata con gommoni.

Per quanto riguarda i presidi fissi stradali ne sono stati individuati, di concerto con la polizia stradale, dieci, negli snodi di maggior affluenza e nei quali ci potrebbero essere rischi di ingorghi. Le arterie stradali interessate sono state: Aurelia, autostrada Roma-Civitavecchia, Pontina, Appia, superstrada Frosinone-Terracina, statale dei Monti Lepini, superstrada Cassino-Formia, Formia-Gaeta, svincolo Appia-Domiziana al ponte sul Garigliano. Per quanto riguarda i presidi fissi stradali ognuno dei quali costituito da un automezzo attrezzato per il trasporto di acqua refrigerata con a bordo 3 volontari ne sono stati individuati, di concerto con la polizia stradale, dieci, negli snodi di maggior affluenza.

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE