SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Fermato per un controllo alla biglietteria di Termini, nascondeva nello zaino un chilo di droga

Un cittadino liberiano di 23 anni è finito in manette ieri per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente perchè nel corso di un accertamento d'identità, l'uomo ha esibito un documento falso insospettendo gli agenti che hanno trovato la droga

printDi :: 12 dicembre 2020 18:18
Fermato per un controllo alla biglietteria di Termini, nascondeva nello zaino un chilo di droga

(AGR) Un cittadino liberiano di 23 anni, è stato arrestato dagli agenti del Settore Operativo della Polizia Ferroviaria di Roma Termini, per detenzione ai fini spaccio di sostanze stupefacenti, ed indagato in stato di libertà per false dichiarazioni sull’identità personale.

I poliziotti durante il normale controllo di vigilanza nello scalo ferroviario hanno proceduto all’identificazione di un cittadino extracomunitario che, alla richiesta di fornire un documento d’identificazione e indicazioni sullo spostamento, come previsto dalle attuali misure di contenimento Covid-19, ha mostrato una carta di identità, la cui foto non corrispondeva al soggetto fermato.

Insospettiti, gli agenti hanno approfondito il controllo, rinvenendo nello zaino in suo possesso un voluminoso involucro in cellophane risultato poi contenere sostanza stupefacente, quantificata e qualificata in più un chilo di marijuana. Per lo straniero sono scattate le manette.

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE