SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Due pusher arrestati, il primo mentre spacciava cocaina in una scuola in disuso, l'altro alla stazione di Bagni di Tivoli

I due che spacciavano in un ex asilo sono stati bloccati dalla polizia. Uno di loro nel tentativo di evitare l'arresto ha colpito gli agenti. La droga era nascosta in palloncini di lattice. A Bagni di Tivoli il 19enne arrestato aveva dosi di hashish

printDi :: 07 maggio 2021 19:08
Due pusher arrestati, il primo mentre spacciava cocaina in una scuola in disuso, l'altro alla stazione di Bagni di Tivoli

(AGR) A seguito di una segnalazione di attività di spaccio presso i locali in disuso dell'ex asilo "La Filastrocca", nel pomeriggio di ieri è stato effettuato un mirato servizio di "appostamento", da parte degli investigatori della Polizia di Stato, nei pressi della scuola.Gli agenti del commissariato Colombo, diretto da Isea Ambroselli, hanno individuato due uomini di nazionalità tunisina incamminarsi a piedi lungo il perimetro della scuola: E.S., 26enne, il più magro ed agile della coppia di malviventi, ha scavalcato la recinzione dell'ex asilo mentre il complice è rimasto all'esterno, facendo da “palo”.

Poco dopo il primo è uscito dai locali dell'asilo, scavalcando nello stesso punto, ha raggiunto l’altro ed insieme si sono allontanati, sempre pedinati dai poliziotti in borghese che poi li hanno fermati: il 26enne, nel tentativo di disfarsi di alcuni palloncini contenenti 16,4 grammi di cocaina, ha tirato calci e pugni procurando ad un agente delle lesioni, giudicate guaribili in 7 giorni. Gli investigatori, nella ex scuola, hanno trovato palloncini in lattice usati per il confezionamento, dello stesso tipo di quelli che contenevano la sostanza stupefacente sequestrata. Il Giudice ha disposto, con rito abbreviato, la condanna ad 1 anno di reclusione, ordinando l'espulsione dello straniero dal territorio dello Stato ed il suo accompagnamento al centro di permanenza di Bari, in attesa dell’esecuzione del decreto.

Inoltre un 19enne italiano arrestato dalla Polizia di Stato – Compartimento Polizia Ferroviaria per il Lazio, all’interno della stazione di Bagni di Tivoli, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. In particolare, gli agenti della Polfer di Roma Termini, durante i controlli negli scali ferroviari laziali, hanno proceduto all’identificazione del giovane che ha mostrato, sin da subito, atteggiamenti sospetti. Approfondito il controllo, i poliziotti hanno rinvenuto addosso al ragazzo una considerevole quantità di hashish e denaro in contante. Controllo esteso anche presso il suo domicilio dove i poliziotti hanno rinvenuto altro “fumo” e oltre 7.000 euro in contanti, di cui il 19enne non ha saputo giustificare la provenienza.

Al termine degli atti il 19enne, convalidato l’arresto, è stato accompagnato a casa e sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria. La droga e il denaro sono stati posti sotto sequestro.

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE