SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Ciampino, tentato furto in un appartamento, presi i due ladri dopo un inseguimento a piedi nella campagna

I Carabinieri insieme ad una pattuglia della Polizia locale individuano due giovani darsi alla fuga su un auto bianca che, dopo averla abbandonata, hanno proseguito a piedi. Raggiunti, due ladri sono stati bloccati, il 21enne arrestato ed il minore condotto al Centro di Giustizia Minorile

printDi :: 01 marzo 2024 14:07
Ciampino, tentato furto in un appartamento, presi i due ladri dopo un inseguimento a piedi nella campagna

(AGR) I Carabinieri della Tenenza di Ciampino hanno arrestato un 21enne e un minorenne, entrambi di origini rom, poiché gravemente indiziati del reato di tentato furto aggravato in concorso in abitazione.

Nella circostanza, nella mattinata di ieri, località Ciampino, un condomino di una palazzina ubicata in via Gioacchino Enrico, ha segnalato al 112 dei rumori sospetti provenienti dall’appartamento dei vicini di casa, non presenti in casa, poiché che erano partiti il giorno prima in vacanza.

Ragion per cui, una pattuglia dei Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Castel Gandolfo, unitamente ad una pattuglia in transito della Polizia Locale di Ciampino, sono intervenuti sul posto riuscendo ad individuare e osservare tre giovani uscire frettolosamente dalla palazzina per poi salire a bordo di un’autovettura bianca, e darsi alla fuga.

Facendo così scattare un inseguimento per le strade cittadine che terminava in via Anagnina di Roma, dove i tre fuggitivi, abbandonata l’auto, risultata poi a noleggio, hanno tentato di darsi alla fuga a piedi nelle campagne circostanti. Raggiuti e bloccati dai Carabinieri della Tenenza di Ciampino, intervenuti poco dopo l’inseguimento con personale della Polizia Locale, i due indagati sono stati arrestati e condotti in caserma. Il 21enne è stato trattenuto in caserma in attesa del rito direttissimo, mentre il minore, d’intesa con la Procura della Repubblica di Roma presso il Tribunale per i Minorenni è stato condotto presso il centro di giustizia minorile “Virginia Agnelli”.

Si precisa che i procedimenti versano nella fase delle indagini preliminari, per cui gli indagati devono considerarsi innocenti fino ad eventuale sentenza definitiva.

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE