SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Chieti, Covid-19, grande prova di solidarietà

printDi :: 24 marzo 2020 20:57
Ospedale di Chieti

Ospedale di Chieti

(AGR) Batte forte il cuore di Lanciano per l'emergenza Coronavirus. E anche quello del Sangro-Aventino non è da meno. Questa mattina il Sindaco Mario Pupillo ha consegnato il ventilatore polmonare, acquistato con risparmi di bilancio, al direttore della Rianimazione dell'ospedale "Renzetti" Daniela Albanese. Si tratta di un apparecchio mobile di importanza fondamentale per i pazienti  che hanno necessità di assistenza respiratoria.

L'Associazione "Viale Cappuccini" di Lanciano ha risposto all'appello lanciato dalla Asl con l'iniziativa "Adotta la mascherina per la tua salute", acquistandone 1.900, di cui una parte già consegnata. A sottoscrivere l'"adozione", promossa da Armando Palmieri, chirurgo vascolare a Chieti, sono stati Valerio D'Orsogna, Carlo Toto, Gilberto Candeloro, Agenzia Immobiliare Remax, i dipendenti di Bper Banca, Maria Letizia Morelli, Marco Di Giovanni, Monika Gucal, Marco Scarinci, Nicola Torosantucci, Graziella Borgia, Franco Di Bucchianico, Alessandro Falconio e Giacomo Bona.

Tute chimiche sono state consegnate, invece, all'ospedale di Ortona, dono della Caritas Diocesana e dell'Associazione Joseph. 

Infine una donazione di 2.500 euro, versati sul conto corrente dedicato della Asl, da parte dell'azienda Scutti srl di Casoli, punto di riferimento nel mondo  per i sili di stoccaggio di cemento e calce.

A tutti loro va il ringraziamento dell'Azienda, degli operatori e dei malati per la sensibilità dimostrata.

Nel Bollettino medico di questa sera nell’ospedale di Chieti risultano ricoverati oggi 117 pazienti nei posti letto attivati per fronteggiare l’emergenza Covid-19, parte dei quali trasferiti dall'ospedale di Pescara: di questi, 11 si trovano in rianimazione, 14 a malattie infettive, 15 in pneumologia semintensiva e 77 a medicina.

Di questi pazienti, 45 risultano positivi al test per il Coronavirus.

Al “SS. Annunziata” sono morti due uomini, entrambi di Ortona, uno di 68 anni positivo al test per Coronavirus, l’altro di 70 anni con sospetto clinico e tampone in corso di test.

Sono sette le persone ricoverate nell’unità operativa di Malattie infettive dell’Ospedale di Vasto.

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
x

ATTENZIONE