SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Casilino, vuole i soldi dalla mamma, al rifiuto l'aggredisce, arrestato

Voleva i soldi per comprare dello stupefacente, la madre ha rifiutato ed è stata aggredita dal figlio che gli ha preso anche le chiavi della macchina per andare a comprare la droga. Bloccato dalla polizia ha aggredito gli agenti ed arrestato per i maltrattamen

printDi :: 23 aprile 2020 20:03
Casilino, vuole i soldi dalla mamma, al rifiuto l'aggredisce, arrestato

(AGR) Torre Angela,  aggredisce e minaccia la madre tentando di estorcerle denaro. E' stato  arrestato dalla Polizia di Stato un 23enne romano che è stato anche sanzionato per guida senza patente.   E’ accaduto stanotte in via Taurano al Casilino.La vittima, una donna di 54 anni, minacciata ripetutamente dal figlio che aveva perso il lume della ragione e l'aveva aggredita. Spaventata la donna ha telefonato al 112 NUE chiedendo aiuto. Sul posto, sono intervenuti gli agenti della Polizia di Stato del Reparto Volanti, diretto da Giuseppe Sangiovanni, che hanno trovato la donna spaventata ed in evidente stato di agitazione.Questa, tra le lacrime, ha raccontato loro che il figlio, R.L., romano di 23 anni, pregiudicato, l’aveva aggredita e minacciata di morte pretendendo denaro; inoltre, malgrado fosse sprovvisto di patente di guida,  le aveva chiesto le chiavi dell’ autovettura per andare ad acquistare stupefacente.

A quel punto, la vittima,  spaventata dal comportamento aggressivo del figlio e preoccupata che lo stesso potesse aggredire anche le persone presenti in casa, tra cui la nipotina di 7 anni, lo aveva assecondato lasciandogli  prendere le chiavi dell’auto con cui poi era uscito subito dopo.  Scattate immediatamente le ricerche del ragazzo, una pattuglia della Polizia di Stato è riuscita a rintracciarlo mentre stava rientrando a casa. Fermato, il giovane ha aggredito anche gli agenti ma è stato bloccato e accompagnato negli uffici di Polizia. Gli accertamenti successivi hanno verificato che le forze dell'ordine erano dovute intervenire più di una volta per i comportamenti aggressivi del giovane nei confronti dei familiari. Episodi purtroppo mai formalmente denunciati per timore di ritorsioni da parte dello stesso.  A questo punto è scattato l'arresto per maltrattamenti ed estorsione. Nei suoi confronti inoltre, è stata notificata anche la sanzione amministrativa per guida senza patente. 

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE