SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Bordoni (Lega): ad Ostia prioritaria la pulizia delle spiagge libere

Il consigliere comunale punta il dito sugli allestimenti in grande ritardo degli arenili: è assurdo non assicurare agli ospiti delle spiagge pubbliche neanche i requisiti minimi di accesso, agibilità e sicurezza.

printDi :: 09 giugno 2020 18:13
Bordoni (Lega): ad Ostia prioritaria la pulizia delle spiagge libere

(AGR) Se passeggiate sulle spiagge libere di Ostia ponente bisogna fare attenzione ad eventuali detriti tra la sabbia.  Davide Bordoni, consigliere comunale (Lega Salvini Premier) lo raccomanda e giudica fallimentare l’operato del X Municipio su allestimento spiagge libere di Ostia. “È assurdo, a stagione iniziata – afferma -  non assicurare agli ospiti delle spiagge pubbliche neanche i requisiti minimi di accesso, agibilità e sicurezza dell’arenile. Abbiamo, appreso, ad esempio, del ferimento di un adolescente che si è ferito un piede a causa del materiale di risulta derivante dall'abbattimento dei chioschi mai rimosso.

Materiale proveniente dai resti delle vecchie demolizioni, infatti, che sarebbero ancora sotto la sabbia e rappresentano un pericolo.  Sulla situazione indecorosa in cui versano le spiagge libere del X Municipio siamo in ritardo di anni. – continua Bordoni - Tra paline, Seapass e blocco del traffico annunciato ci si è dimenticati completamente della cosa più importante: la pulizia delle spiagge. Siamo molto preoccupati per una gestione improvvisata, presenteremo un'interrogazione per chiedere quali risorse siano effettivamente a disposizione per la stagione estiva, considerando che con la scelta sbagliata della pedonalizzazione e il proliferare del commercio abusivo serviranno ingenti investimenti in Polizia Municipale. Di questo passo la situazione sul litorale romano sta diventando difficile per bagnanti e residenti”.

 Sulla situazione delle spiagge pubbliche anche la consigliera municipale Maria Cristina Masi (FdI) aveva anticipato: "Abbiamo lottato tanto lo scorso anno affinché l’Amministrazione provvedesse a montare la passerella sulla spiaggia ex Amanusa e a effettuarne la bonifica ottenendo come risultato che, a fine estate, fosse raggiunto parzialmente l’obiettivo. Adesso - spiega Masi - registriamo che, a pochi giorni dall’apertura effettiva della stagione balneare, un ragazzo si sarebbe ferito ad un piede con un coccio di vetro. La condizione di sicurezza delle spiagge libere ci preoccupa e non poco, per questo faremo un giro durante la settimana per controllare cosa stia facendo l’Amministrazione e presenteremo segnalazione all’Assessore per chiedere interventi urgenti a tutela dell’incolumità dei cittadini".

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE