SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

B&B abusive, pugno duro della Questura, due chiusure

Affittacamere e B&B realizzati abusivamente nel centro di Roma. sono arrivati i sequestri e le chiusure delle attività illegali ed irregolari. Fermati anche cittadini bengalesi

printDi :: 07 ottobre 2020 15:00
B&B abusive, pugno duro della Questura, due chiusure

(AGR) Nel pomeriggio del 5 ottobre scorso, i poliziotti del commissariato di Esquilino  hanno  proceduto  all'esecuzione del provvedimento emesso dal Questore di Roma, di cessazione immediata dell'attività ricettiva extra-alberghiera del tipo "affittacamere" ubicata in Via Emanuele Filiberto,  nel  quartiere Esquilino. Il provvedimento è scaturito a seguito di accertamenti svolti dagli agenti dello stesso commissariato che hanno permesso di riscontrare  la  presenza  della  struttura  ricettiva abusiva  composta di 4 camere con 12  posti  letto. All'interno gli investigatori hanno accertato la presenza  di 6 ospiti   stranieri. Il gestore, di origine bengalese, sprovvisto delle opportune autorizzazioni,  ovvero  sia  di  quella rilasciata dal Comune di Roma, sia dell'abilitazione al portale "Alloggiati Web" della Questura di Roma, è stato deferito  all'Autorità  giudiziaria  quale  responsabile  della  violazione di cui all' art.17 in relazione all'art. 109 TULPS, per la mancata  comunicazione  degli alloggiati alla Questura.

Di qui l'applicazione  del provvedimento  del Questore  di Roma,  che ha  imposto, per  motivi di ordine e sicurezza pubblica,  la cessazione  immediata  dell'attività dopo il sopralluogo della Polizia  presso un appartamento svela la presenza di una struttura ricettiva abusiva di affittacamere.

Tre camere allestite con 12 posti letto con cucina e un bagno, ecco cosa ha riscontrato il personale in servizio al commissariato “Colombo”, addetto al settore di polizia amministrativa, diretto da Isea Ambroselli, dopo avere effettuato un sopralluogo  presso un appartamento regolarmente affittato. A.H., cittadino bengalese 39enne affittuario dell’appartamento dal 2015 ha ammesso ai poliziotti che oltre la propria famiglia, nello stesso erano presenti la presenza di almeno 10 cittadini bengalesi da ognuno dei quali percepiva la somma di 120 euro al mese. Gli agenti, durante l’ispezione, hanno riscontrato la mancata presenza delle necessarie autorizzazioni comunali per lo svolgimento dell’attività ricettiva. Inoltre, nella circostanza, sono state riscontrate pessime condizioni igienico sanitarie e il totale non rispetto delle normative riguardanti la presenza degli stranieri sul territorio nazionale.Per tali violazioni,  è stato ordinata con provvedimento da parte del Questore di Roma, la Cessazione Immediata dell’attività abusiva.

Photo gallery

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE