SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Acilia, verso lo sgombero del campo nomadi di via Ortolani

print25 settembre 2019 16:59
Acilia, verso lo sgombero del campo nomadi di via Ortolani
(AGR) Il campo nomadi di via Ortolani ad Acilia sud verrà sgomberato. A seguire è previsto un intervento anche sulle baracche di via Morelli, sempre ad Acilia. L’Atac, proprietaria del terreno di via Ortolani, sottostante il viadotto Nuttal, su cui sorge il campo nomadi ha avviato, infatti, le procedure per la cessione dell’area che dovrà essere liberata dalle strutture abusive. Anche su via Morelli l’area in questione ricade su terreno Atac a ridosso della ferrovia Roma-Lido. In questi giorni l’accelerazione del piano di dismissione dell'area. Si è svolta, infatti, questa mattina, nel X Municipio la Commissione per le Politiche Sociali e Sport che aveva come tema principale: lo smantellamento del campo abusivo in via Ortolani.Operazione programmata a breve teermine.

Sono intervenuti in Commissione il vicepresidente del Municipio X Alessandro Ieva, l’Assessore alle Politiche Sociali Germana Paoletti, gli uffici dei servizi sociali municipali e il referente Atac cha hanno relazionato i presenti sulla problematica, al fine di addivenire ad una soluzione nel breve periodo.

“A questo proposito – ha detto Alessandro Nasetti, presidente della Commissione - il Tribunale di Roma ha omologato il concordato preventivo proposto dall’Azienda, ha nominato i liquidatori per le attività di dismissione degli immobili non destinati alla prosecuzione delle attività dell’Azienda, secondo le previsioni del piano concordatario. Per procedere alla cessione dell’immobile sarà necessario provvedere allo sgombero degli occupanti, attività questa che verrà eseguita dalla Polizia di Roma Capitale.Il X Municipio, nel caso specifico, si è occupato di fornire i dati relativi con i numeri degli occupanti, al fine di prevedere di fornire assistenza a quelle persone in condizione di fragilità acclarata”.

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
x

ATTENZIONE