SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Acilia, al sit in della Roma-Lido la lista Calenda lancia l'ultima proposta: subito due treni in più entro il 31 marzo

I rappresentanti della Lista Calenda: non si può continuare a prendere in giro i cittadini. Rivendichiamo le proposte fatte in campagna elettorale. Porteremo avanti i nostri impegni dichiarati. Come quello di avere una linea ferroviaria unica che colleghi Roma al mare.

printDi :: 16 febbraio 2022 22:50
Acilia, al sit in della Roma-Lido la  lista Calenda lancia l'ultima proposta: subito due treni in più entro il 31 marzo

(AGR) “Basta prese in giro, è inaccettabile che in una capitale europea si debba aspettare un treno ogni 40 minuti: chiediamo meno promesse e più concretezza in tempi celeri. Una richiesta su tutte: avere due treni in più entro il 31 marzo, quando finirà lo Stato di emergenza sanitaria, lo smart working non ci sarà più e i treni saranno ancora più affollati. La Roma Lido sta per scoppiare”.

Così, in una nota, i consiglieri capitolini della Lista Calenda Francesco Carpano e Dario Nanni, intervenuti al sit-in ad Acilia, insieme agli azionisti Andrea Bozzi, Raffaella Vecchiarelli, Silvia Stecconi, Livia Siclari in rappresentanza del X, IX e VIII Municipio e alla segretaria romana Noemi Scopelliti.

“Serve un po’ di rispetto per i pendolari - aggiungono uniti i rappresentanti della Lista Calenda. Non si può promettere, a dicembre, che arriveranno treni nuovi a gennaio, ben consci che i pendolari vivono quotidianamente una realtà ben diversa, un disagio evidente per spostarsi, per raggiungere il luogo di lavoro. Non si può continuare a prendere in giro i cittadini. Rivendichiamo le proposte fatte in campagna elettorale, sempre fermi sui punti del nostro programma: porteremo avanti i nostri impegni dichiarati. Come quello di avere una linea ferroviaria unica che colleghi Roma dal mare, al centro, alle zone periferiche.

Non ci accontentiamo delle promesse ma vogliamo azioni concrete: facciano arrivare almeno due treni entro fine marzo perché la Roma-Lido è già al collasso. Ecco perché domani in aula Giulio Cesare presenteremo un ordine del giorno sottoscritto da tutte le forze di opposizione, che impegni la maggioranza a portare più treni e a prevedere l’unione della Roma Lido con la Linea B. “

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE