SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Roma...tornano i cassonetti

Insorge Legambiente: “E' una Vergogna. Siamo allibiti, così facendo si torna indietro di anni, alla faccia del decoro della città e della salute dei cittadini romani ”. Per gli ambientalisti il Campidoglio non fa nulla di buono per ridurre immondizia

printDi :: 26 maggio 2020 19:41
Roma...tornano i cassonetti

(AGR) All’annuncio dell’amministratore delegato di Ama di un ulteriore ritorno della raccolta rifiuti con i cassonetti al posto del porta a porta in interi quartieri, arrivano aspre critiche di Legambiente. “Si tratta dell’ennesima vergogna nella gestione dei rifiuti terrificante che ha avuto questa amministrazione, togliere il porta a porta e riportare i cassonetti vuol dire più sporcizia in strada e meno raccolta differenziata, più discariche e termovalorizzazione e meno economia circolare - denuncia Roberto Scacchi presidente di Legambiente Lazio -. Ogni analisi dimostra quanto, all’aumento del PAP, cresca anche la percentuale di differenziata; nella Capitale, oltre a non crescere la percentuale e non essere stato costruito alcun impianto per la gestione della differenziata, ora si continua a tornare indietro di anni, riportando in strada i cassonetti: è una vergogna! Tutto ciò avviene alla faccia del decoro della città e della salute dei romani ma anche dei cittadini del Lazio, che vedono ipotesi di ampliamenti e aperture di nuove discariche o termovalorizzatori, mentre il Campidoglio, con il ritorno dei cassonetti, continua a non far assolutamente niente di buono per ridurre quel milione di tonnellate di immondizia indifferenziata che si produce a Roma ogni anno”.

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE