SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Roma, la pandemia dei pini, un milione e mezzo di piante a rischio

Denuncia di Davide Bordoni, consigliere capitolino Lega-Salvini : circa 50mila pini sono quelli in gestione al Comune ma si stimano risorse per intervenire appena per un migliaio, un’inezia, a Roma complessivamente si contano circa un milione e mezzo di piante

printDi :: 16 settembre 2020 21:03
Roma, la pandemia dei pini, un milione e mezzo di piante a rischio

(AGR) "L’altra pandemia, quella dei pini. La Cocciniglia tartaruga sta distruggendo i pini di Roma, all'esito della Commissione Ambiente dopo oltre due ore di dibattito il quadro della situazione appare chiaro in tutta la sua gravità. - afferma Davide Bordoni v.presidente Commissione ambiente e consigliere capitolino Lega-Salvini -  Bene avevamo fatto a chiedere la convocazione di questa Commissione e a sollevare immediatamente il problema dopo i ripetuti crolli in molte aree della Capitale. Un rischio per la Sicurezza dei cittadini e un danno al nostro patrimonio ambientale in difesa del quale sono allo studio delle azioni di contrasto ma non ancora sufficienti ad arginare la portata del fenomeno. Parliamo di una infestazione da Toumeyella parvicornis ormai conclamata e diffusa; emblematiche sono le condizioni in cui è ridotta la Pineta di Saxa Rubra anche se le chiome dei pini cominciano a seccarsi e ingiallire un po' ovunque.

Circa 50mila pini sono quelli in gestione al Comune ma si stimano risorse per intervenire appena per un migliaio di piante, un’inezia davvero se si considera che a Roma complessivamente si contano tra pinete e ville storiche oltre un milione e mezzo di pini nel territorio cittadino. Presenteremo  - conclude Bordoni - una delibera di variazione del Bilancio per 5 milioni di euro dal Fondo di Riserva, servono interventi immediati su vasta scala, agire in modo localizzato e solo nei casi più gravi non è, a nostro avviso, il modo corretto di fronteggiare questa emergenza."

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE