SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Ostia, spiagge libere non vigilate nei feriali, da luglio bagnini tutti i giorni

L’Anab: Evitate di fare il bagno nei giorni feriali di giugno e settembre sulle spiagge libere di Ostia perchè non ci sono bagnini. Monica Picca (Lega):disincentivo per il mare di Ostia. Giuliana Di Pillo: necessario esperire un bando europeo per l'affidamento

printDi :: 17 giugno 2021 16:15
Ostia, spiagge libere non vigilate nei feriali, da luglio bagnini tutti i giorni

(AGR) Spiaggia libera di Ostia ponente. Il salvataggio di un giovane che, entrato in acqua con gli amici, ha avuto un malore ed è stato, soccorso da un marinaio di salvataggio in servizio su una spiaggia vicina riapre la pagina delle polemiche sulla gestione delle spiagge libere. In particolare, si pone l’accento sull’assenza di bagnini durante i feriali nei mesi di giugno e settembre. L’Anab, l’associazione assistenti bagnanti , aveva lanciato un appello ai cittadini: “Evitate di fare il bagno nei giorni feriali di giugno e settembre sulle spiagge libere di Ostia perché non sono in servizio marinai di salvataggio”.

Un appello spesso dimenticato, nonostante la presenza di cartelli dissuasori : “spiaggia non vigilata”. Sulla questione però è scontro politico, Monica Picca, capogruppo della Lega nel X Municipio attacca: “Bisogna ringraziare il bagnino del chiosco a fianco per la prontezza e il coraggio con il quale ha evitato una tragedia. Dobbiamo ricordare che per mesi abbiamo chiesto in Commissione trasparenza la tutela degli operatori della balneazione, per poter garantire la piena sicurezza del mare nel tratto libero a gestione comunale. Quanto ha avvenuto è, fra l'altro, un disincentivo a fruire del mare di Ostia, per il timore che nei giorni feriali non ci siano bagnini a presidiare le acque. Un danno gravissimo imposto al territorio".

La presidente del X Municipio Giuliana Di Pillo chiarisce la situazione e giustifica le scelte adottate dall’amministrazione: “Il concetto di spiagge libere è cambiato negli anni. E’ vero, una volta anche le spiagge libere erano sorvegliate tutti i giorni dai marinai di salvataggio. Adesso è diverso: su una spiaggia libera non è obbligatorio garantire il servizio di salvataggio, previsto, invece, nei mesi di luglio ed agosto. Con i fondi a disposizione abbiamo deciso di dotare tutti gli arenili di defibrillatori e di servizi per regolare gli accessi e la pulizia delle spiagge. Per prevedere l’estensione dei servizi di salvataggio anche dall’apertura della stagione, avremmo dovuto, in ragione della somma necessaria, esperire un bando europeo in funzione dei fondi necessari all’affidamento. Le procedure ed i tempi avrebbero ritardato gli affidamenti rischiando di lasciare le nostre spiagge senza guardiania”

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE