SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Ostia, spiagge aperte....ma piove

La sindaca Virginia Raggi all'ultimo minuto, ha firmato l'Ordinanza balneare ma il tempo brutto ha tenuto lontano i bagnanti. Baglio e Zannola (Pd): ammontano a 700 mila euro i fondi regionali per le spiagge libere. Accellerano intanto i lavori sulle spiagge

printDi :: 29 maggio 2020 14:48
prima giornata di mare

prima giornata di mare

(AGR) L’Ordinanza per l’estate 2020 non porta il sereno, la Raggi la firma all’ultimo minuto ma le spiagge, complice il maltempo, restano vuote. E’ iniziata con una giornata nuvolosa la stagione balneare 2020, una stagione nata tra le polemiche che non accennano a rientrare. “Le linee regionali – affermano in una nota i consiglieri comunali (Pd) Valeria Baglio e Giovanni Zannola – sono state pubblicate da più di dieci giorni  ed a disposizione del comune ci sono 700 mila euro di fondi regionali per la gestione delle spiagge libere. L’ordinanza poteva essere emanata con largo anticipo in modo da permettere accessi sicuri e regolati agli arenili. Per quanto riguarda invece la fruizione delle spiagge libere non è stato ancora elaborato un piano di utilizzo dei fon di della Regione Lazio per permettere a tutti l’accesso al mare della capitale. Come accaduto per i buoni spesa, il verde ed i parchi, anche sugli accessi al mare per la giunta Raggi una rincorsa  continua e come accade regolarmente è sempre in forte ritardo sulle scadenze. Anche per le scuole, con il passare dei giorni aumenta la preoccupazione sulla ripartenza della didattica. Non si vedono, infatti, all’orizzonte iniziative idonee per riaprire in sicurezza ed in modo regolato l’accesso agli spazi educativi ai bambini”.

I lavori alle spiagge, balneazione o no…intanto proseguono. All’arenile di Castelporziano è in corso un vero restyling. La presidente del X  Municipio Giuliana Di Pillo riferisce: “Le spiagge dei cancelli sono preziose. Il Presidente della Repubblica le ha donate ai romani negli anni 60. In queste ore stiamo riorganizzando la viabilità interna e sistemando le staccionate che delimitano le strade sterrate. A seguire verranno sistemati i percorsi che portano alle spiagge attraverso le dune e stiamo programmando l'intera ristrutturazione dei bagni interni (che finalmente verranno riaperti…?)”. Sulla questione dei servizi igienici sulle spiagge libere la Di Pillo innesca una sottile polemica: “Vi faccio vedere come saranno i bagni su alcune delle spiagge libere di Roma. Oltre al controllo puntuale da parte di personale, alla sanificazione i moduli in legno dipinto di bianco saranno collegati a delle bellissime passerelle colorate. Al centro tra i due bagni, per uomini e donne, ci sarà un bagno per persone con disabilità perfettamente accessibile. Ed è solo l'inizio”.

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE