SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Ostia, parte la stagione balneare tra luci ed ombre, l'allestimento delle spiagge libere deve essere ultimato

Sugli arenili pubblici, infatti, sono state posizionate le postazioni di salvataggio, la spiaggia è stata pulita ma non sono state ancora installate passerelle e servizi pubblici e tantomeno le palette segna posto secondo le regole del distanziamento

printDi :: 15 maggio 2021 14:50
Ostia, parte la stagione balneare tra luci ed ombre, l'allestimento delle spiagge libere deve essere ultimato

(AGR) Tutti al mare….finalmente, la lunga attesa è finita, sul litorale romano ora si può accedere su tutti gli arenili, spiagge libere ed in concessione. Tutto pronto ad accogliere i bagnanti? La risposta è “quasi”, sugli arenili pubblici, infatti, sono state posizionate le postazioni di salvataggio, la spiaggia è stata pulita ma non sono state ancora installate le passerelle ed i servizi pubblici e tantomeno le palette segna posto secondo le regole del distanziamento, si può andare in spiaggia ed il rispetto delle distanze per ora è affidato alle persone dotate di buona volontà. “Siamo in ritardo – ammette Paolo Ferrara, consigliere comunale – gli arenili sono stati sistemati ed ora devono essere predisposti all’accoglienza. Tra qualche giorno sarà tutto pronto. Il ritardo non dipende da noi, quest’anno, com’è noto, lo Stato ha compensato i comuni dei mancati introiti dovuti dalla tassazione, un”ristoro” che è arrivato in ritardo e non ci ha consentito di poter far partire prima i bandi per gli affidamenti”. Per fortuna il tempo, non certo ideale per trascorrere una giornata a mare dopo una notte di pioggia ha svuotato le spiagge per cui non ci sono stati disagi.

Negli stabilimenti balneari il calendario d’apertura è stato rispettato ma non tutti i settori degli impianti sono funzionanti, sono aperti e si può andare in spiaggia, ma determinati servizi ancora sono a mezzo servizio. “La gente viene volentieri nei nostri stabilimenti – afferma Ruggero Barbadoro, concessionario del Venezia e presidente della Fiba Lazio – in quasi tutti gli impianti sono state confermate le prenotazioni di cabine ed ombrelloni. Nulla è cambiato rispetto all’anno scorso, sia le regole fondamentali del distanziamento, sia i prezzi. Nessun gestore ha aumentato le tariffe, nonostante gli aumenti dei costi di gestione ed i problemi legati all’erosione”.

Dal canale dei pescatori sino allo stabilimento Venezia è in atto da anni un processo erosivo che ha inghiottito decine e decine di metri di arenile, penalizzando pesantemente gli impianti esistenti sui due chilometri di lungomare. La Regione Lazio (altro regalo di stagione….) ha fatto partire i cantieri per la sistemazione e la difesa di questo tratto di costa che, secondo i tecnici della Regione, sarà assicurato da due pannelli in cemento a T, uno posizionato tra la Vecchia Pineta e la Pinetina ed il secondo proprio all’altezza del Venezia. “L’erosione ha cancellato metri importanti di spiaggia. Da contratto, qui al Venezia, mancano circa 12 mila mq di arenile – continua Barbadoro – che, tradotti in termini tecnici si traducono in meno cabine ed in meno piazzole per ombrelloni e lettini. Rispetto all’anno scorso siamo al 70% ma speriamo davvero che quest’anno sia l’ultimo e che, con il riporto di sabbia previsto su tutto questo tratto di mare sino alla Marinella (ma tra le ipotesi si parla di prolungare sino alla spiaggia libera di Castelporziano) si possa tornare alla normalità”.

La presidente del X Municipio Giuliana Di Pillo invita alla massima attenzione e collaborazione nel ritorno in spiaggia. “Finalmente inizia la stagione balneare. Era un momento atteso, per questo voglio rivolgere un appello a tutti coloro che sceglieranno di venire al mare di Ostia per trascorrere qualche ora di relax, affinché si rispettino le regole anti-covid e si possa collaborare tutti assieme per sconfiggere la Pandemia. Da oggi si può andare nelle spiagge libere e negli stabilimenti. Anche il contenzioso con i concessionari è stato superato, tutti hanno ritirato la proroga concessoria per un ulteriore anno”.

Intanto, Monica Picca, capogruppo della Lega nel X Municipio attacca: "La stagione balneare iniziata in queste ore, oltre alle difficoltà per il covid e per la ripartenza delle attività, vede aggiungersi un altro grave problema che colpisce le categorie più fragili come le persone con disabilità per le quali sarà di fatto compromesso poter arrivare sulle spiagge in auto poichè il Municipio ha deciso di non sanare la grave irregolarità accertata nel dossier che la Lega ha presentato ad aprile sulla questione.

Lo scorso 19 aprile scorso abbiamo chiesto una verifica dei posti per disabili presenti sul lungomare di Ostia in prossimità delle spiagge in quanto da un nostro sopralluogo su tutto il lungomare ci risulta che, specie nel tratto di lungomare Amerigo Vespucci, ci sono centinaia di metri privi di posti auto dedicati alle persone con permesso disabili".

Photo gallery

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE