SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Ostia, le "paline" superano la prova

Il tempo ha agevolato il corretto andamento della giornata al mare, senza caos ed assembramenti, ma nei prossimi giorni potrebbe essere difficile respingere l'assalto alle spiagge. Durante la notte atti vandalici ai bagni chimici e magazzino bagnino

printDi :: 02 giugno 2020 19:52
pulizia spiagge ostia ponente

pulizia spiagge ostia ponente

(AGR) Ed alla fine le spiagge libere di Ostia superano la prima prova. Le paline hanno dimostrato di funzionare e gli arenili non appaiono “gremiti” e confusi come gli anni passati, ma è indubbio che è stata una “prova” facilitata dalla giornata non troppo estiva e dal vento freddo che si avvertiva soprattutto nel pomeriggio. Il funzionamento è facile: la sicurezza verifica gli ingressi e segna i presenti in quel momento in spiaggia, raggiunta la massima capienza, che corrisponde grosso modo a 6 persone ogni paline l’accesso viene bloccato, si potrà entrare solo quando qualcuno abbandona il suo posto ed esce dall’arenile.

“Abbiamo deciso di posizionare le paline segna posto in base alla superficie di ogni spiaggia perché riteniamo la miglior soluzione. – scrive su face book il v.presidente del X Municipio Alessandro Ieva - Le postazioni in plexiglass erano improponibili, neanche i quattro pali con la corda nel perimetro non erano sostenibili né per i costi né per la gestione delle spiagge.

Le paline segna posto, invece, che indicano una disponibilità di 25 mq per sei persone, consentono, oltre a mantenere le distanze interpersonali, la vagliatura delle spiagge in modo agevole rispetto alle altre soluzioni”. Tutto bene quello che inizia bene? Non proprio, le spiagge sono state aperte da due giorni e durante la notte si sono verificati i primi atti vandalici. “Prima sono stati distrutti i bagni ad Idroscalo, - comunica su facebook la presidente del X Municipio Giuliana Di Pillo - poi è stata la volta del magazzino degli attrezzi del bagnino su una spiaggia di Ponente e della porta di uno dei bagni chimici posizionati sull’arenile, infine il furto di 9 secchi delle isole ecologiche a Castelporziano. Atti sciagurati che si aggiungono gli incendi ai cassonetti di questi ultimi giorni. Comportamenti ed azioni che recano danno a tutti i cittadini”

Photo gallery

porta bagni forzata
locale attrezzi bagnino

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE