SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Malagrotta, torna l'incubo rifiuti, in migliaia in piazza

print11 gennaio 2020 17:18

Malagrotta, torna l'incubo rifiuti, in migliaia in piazza

(AGR) Migliaia di cittadini hanno manifestato questa mattina a  Ponte Galeria a Roma. In tanti si sono ritrovati per manifestare contro la discarica che dovrebbe sorgere a Monte Carnevale. "No alla seconda Malagrotta" si leggeva su decine di cartelli che i manifestanti agitavano. Si calcola che fossero oltre 2000 le persone partecipanti questa mattina alla prima manifestazione cittadina di protesta, organizzata dal Comitato Valle Galeria Libera, contro la realizzazione della discarica di servizio di Roma Capitale nella zona di Monte Carnevale, al confine con il comune di Fiumicino, non lontano dal sito di Malagrotta, utilizzato per oltre 50 anni e che dovrebbe essere sanato…I manifestanti chiedono con forza e determinazione alla sindaca di Roma Virginia Raggi il ritiro della delibera, minacciando nuove forme di protesta sotto il Campidoglio e sotto gli edifici della Regione Lazio sulla Colombo.

“Questa è un’area già oltremodo sfruttata e bersagliata”. Lo dichiara il vicesindaco Ezio Di Genesio Pagliuca a margine della manifestazione a Monte Carnevale contro l’ipotesi di una discarica di Roma.“Come ha già ricordato il sindaco Montino, su questo lembo di territorio  cavallo tra Roma e Fiumicino ci sono già diverse strutture che ne minano l’equilibrio ambientale e che rappresentano un sacrificio per le cittadine e i cittadini che vivono qui- spiega il vicesindaco -. E’ assurdo che noi abbiamo raggiunto l’80 per cento di differenziata, con grande impegno dell’amministrazione e dei cittadini, e altre amministrazioni decidono di venire proprio qui a costruire le loro discariche”.“Qui dove c’è già la raffineria di Roma, l’Aeroporto, la ex discarica di Malagrotta, le antenne del Ministero della Difesa, gli impianti Ama – prosegue Di Genesio Pagliuca – vogliono realizzare un altro sito di questo tipo: inaccettabile”.“Noi continueremo a dire no – conclude - insieme alle cittadine e ai cittadini che hanno dimostrato tutta la loro contrarietà con una grande partecipazione al presidio di questa mattina”. “Questa mattina, insieme  a circa 4000 persone, abbiamo partecipato alla manifestazione per dire no alla discarica a Monte Carnevale”. Lo dichiarano i capigruppo in Consiglio Comunale Paola Magionesi (Pd), Barbara Bonanni (Leu) e Angelo Petrillo (Lista Zingaretti). “È necessario mettere in campo tutte le azioni possibili per difendere la salute delle nostre cittadine e dei nostri cittadini – dichiarano -. Questo territorio è già stato vessato sotto il profilo ambientale e della salute pubblica da oltre quarant'anni. È impensabile solo indicarlo ancora come un possibile sito di stoccaggio”.

Sulle stesse posizioni si era già espresso il sindaco Montino poche ore dopo l’annuncio dell’indicazione di Monte Carnevale come sito per la nuova discarica di Roma. Il sito si trova, infatti, a poca distanza dalla discarica (chiusa) di Malagrotta, dall’Aeroporto Leonardo Da Vinci, dalla raffineria di Roma e da ben due impianti Ama. Sulla stessa linea anche la Lega che stamane ha emesso l’ennesimo comunicato contrario al progetto.  “La discarica a Valle Galeria sarebbe un colpo mortale per agricoltura Fiumicino, per questo,  anche oggi siamo scesi in strada per difendere il nostro territorio dalla disastrosa gestione dei rifiuti da parte del duo Raggi-Zingaretti. Come per Tragliatella, una discarica a Valle Galeria avrebbe effetti devastanti su Fiumicino, sia in termini economici con un abbattimento del valore degli immobili e dei prodotti agricoli tra i più rinomati in Italia, sia in termini sanitari con il rischio assai elevato di contaminazione della falda acquifera. Troviamo assurdo che nel 2020 invece di parlare di differenziazione dei rifiuti si debba combattere perché qualcuno pensa ancora di risolvere tutto con una discarica. Questo territorio  ha bisogno invece esclusivamente di buon senso e non di scelte illogiche, basate su chissà quali interessi”. Dichiarazione sottoscritta da:  Giuseppe Picciano (coordinatore Lega-Fiumicino), Vincenzo D’Intino e Federica Poggio (consiglieri comunali Lega-Fiumicino)

 
x

ATTENZIONE