SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

I contratti di fiume nella strategia per lo sviluppo sostenibile delle Marche

L'allarme dei geologi: "Viviamo in un Paese estremamente fragile, pieno di conflitti e di contraddizioni, che specialmente nella gestione dei fiumi e del territorio, si presentano sia in caso di alluvioni e sia in caso  di siccità"

printDi :: 14 dicembre 2020 20:42
I contratti di fiume nella strategia per lo sviluppo sostenibile delle Marche

(AGR) “Viviamo in un Paese estremamente fragile, pieno di conflitti e di contraddizioni, che specialmente nella gestione dei fiumi e del territorio, si presentano ad ogni occasione sia di troppa acqua -alluvioni-  che di poca acqua - siccità- come la storia recente ci dimostra. 

E' il momento di passare dalle parole ai fatti perché i dati ci ricordano per l'Italia e numeri impressionanti: 1132 morti per frane, 581 per alluvioni. Ci sono casi particolari come ad esempio Senigallia dove sono ben 9.791 le persone che vivono in aree a pericolosità idraulica media, a Pesaro addirittura 12.224 e in generale i Comuni marchigiani si collocano nella fascia più bassa, quella appunto compresa tra i 500 e le 2.000 persone a rischio.  Bisogna pensare ai nostri fiumi, alla loro qualità e alla prevenzione come hanno dimostrato anche i fatti più recenti. I Contratti di fiume possono contribuire alla stesura delle strategie per lo sviluppo sostenibile”. Lo ha dichiarato Enrico Gennari Coordinatore nazionale dell’AREA TEMATICA Agenda 2030 per la Società Italiana di Geologia Ambientale e già Presidente dell’Ordine dei Geologi delle Marche, alla vigilia dell’importante WeBinar voluto, ideato ed organizzato dal Consiglio direttivo di Sigea Marche insieme al Centro Studi Alta Scuola e alla Regione Marche ed in programma domani Martedì 15 Dicembre, dalle ore 15, in diretta sulla pagina social Facebook di Sigea Marche. Il titolo del WeBinar di domani è: “I contratti di fiume nella strategia per lo sviluppo sostenibile delle Marche”.

“I Contratti di Fiume sono strumenti con una forte carica innovativa e ideale nella pianificazione e cura del territorio – ha affermato Chiara Braga della Commissione Ambiente della Camera dei Deputati -  contribuiscono ormai da diversi anni a migliorare la qualità delle politiche di difesa del suolo, di tutela e valorizzazione delle risorse idriche. Sono soddisfatta di avere concorso a far maturare un sostegno unitario del Parlamento a strumenti come i Contratti di Fiume che sempre più possono contribuire a migliorare la qualità delle acque dei nostri fiumi e laghi, a prenderci cura del nostro territorio, promuovendo processi locali virtuosi di sviluppo sostenibile, per il rapido raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda 2030”

Domani interverranno: Chiara Braga, Commissione Ambiente e Lavori Pubblici della Camera dei Deputati, Erasmo D’Angelis, Segretario Generale dell’Autorità di Bacino Distretto Appennino Centrale, Nando Goffi, Direttore Tutela, Gestione e Assetto del Territorio della Regione Marche, Massimo Sbriscia, Dirigente Sviluppo Sostenibile della Regione Marche, Stefania Tibaldi,  Dirigente della Difesa Suolo e della Costa, della Regione Marche,  Enrico Gennari, Consigliere Nazionale della Società Italiana di Geologia Ambientale, David Belfiori, Referente Marche del Tavolo Nazionale Contratti di fiume per il WWF ITALIA,Massimiliano Fazzini, geologo, Università di Camerino, Università di Ferrara e Coordinatore del Gruppo Rischio Climatico della Società Italiana di Geologia Ambientale.

Introdurrà: Endrio Martini, Direttore del Centro Studi Alta Scuola. Concluderà alle ore 17 e 45, Francesco Baldelli, Assessore Politiche della Montagna, Aree Interne e Lavori Pubblici della Regione Marche

L'evento sarà trasmesso in diretta facebbok sulla pagina SIGEA MARCHE

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE