SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Fiumicino, o.k. al Piano di Gestione della Riserva

printDi :: 18 febbraio 2020 15:17
Fiumicino, o.k. al Piano di Gestione della Riserva

(AGR) “Il Regolamento attuativo del piano di Gestione della Riserva Naturale Statale del Litorale Romano è l’ennesimo duro colpo alla economia del nostro territorio, in particolare a quel settore agricolo, ortofrutticolo e dell’allevamento che rappresenta un fiore all’occhiello del Comune di Fiumicino” – lo affermano in una nota Alessio Di Mitrie Valerio Fratoni di FdI”.

"Abbiamo letto le incredibili dichiarazioni di Alessio Di Mitri e Valerio Fratoni (Fdi) sul Piano di gestione della riserva naturale statale appena varato". Replicano i presidenti della commissione Urbanistica e Attività produttive Barbara Bonanni e Fabio Zorzi.m"Come abbiamo già spiegato in commissione, non cambia assolutamente niente in senso restrittivo per le attività agricole. Anzi, ci sono regole certe e codificate che possono solo giovare a chi vuole fare impresa onestamente" spiegano. "Diffondere informazioni false e terrorizzare i cittadini è vergognoso da parte di chi fa politica - continuano Bonanni e Zorzi -. Il Piano di gestione è una conquista e un importante strumento che, al contrario di quanto dichiarato da Dimitri e Fratoni, sarà un supporto indispensabile allo sviluppo dell'area di riserva".

"Per la prima volta dopo 26 anni c'è un piano che permetterà di creare un marchio e quindi di valorizzare l'area di riserva - concludono Bonanni e Zorzi -. Citiamo, solo per fare degli esempi, la possibilità di realizzare itinerari naturalistici anche navigabili, l'individuazione delle porte della riserva, una maggiore tutela e valorizzazione della fauna e delle aree in zona 1, la valorizzazione dei beni di interesse culturale, agevolare la fruizione della riserva. Fdi parla tanto di giovani, ma quando si parla di valorizzare e tutelare un'area che tutta Italia ci invidia per il futuro dei nostri ragazzi getta discredito sul lavoro fatto".

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
x

ATTENZIONE