SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Fiumicino, no alla discarica a Monte Carnevale

print02 gennaio 2020 15:14
Fiumicino, no alla discarica a Monte Carnevale
(AGR) Sarà Monte Carnevale, dieci chilometri da Malagrotta l’area che ospiterà la nuova discarica di Roma. La giunta capitolina in accordo con la Regione Lazio ha indicato il nuovo sito per lo smaltimento dei rifiuti di Roma nel municipio XI a una decina di chilometri dalla discarica di Malagrotta, chiusa nel 2013. Le reazioni non si sono lasciate attendere. Per il sindaco di Montino: “E’ incredibile ed inaccettabile aprire un impianto per i rifiuti in un’area già duramente compromessa ed a ridosso della vecchia discarica di Malagrotta. Inoltre nei pressi c'è la raffineria di Roma, a poco più di un chilometro, l'aeroporto Leonardo Da Vinci ed ancora, non distante… c'è l'impianto Ama di Maccarese dove si riversano tonnellate di rifiuti provenienti da Roma, ogni giorno. La nuova discarica, - aggiunge il sindaco di Fiumicino – si troverebbe sopra le falde acquifere che forniscono Fiumicino.

Vinta una battaglia ne inizia una più difficile. – annuncia la Lega - Da Tragliatella a Monte Carnevale, cambiano i fattori ma il risultato rimane lo stesso: Fiumicino continua a essere la vittima sacrificale preferita per M5S e Pd. Il nuovo sito indicato da Regione e Comune per ospitare la discarica di Roma si trova infatti a due passi dalle campagne di Maccarese. Il rischio per la salute pubblica è elevatissimo non solo per miasmi e inquinamento dell’aria, ma soprattutto per la possibile contaminazione della falda acquifera, con danni che potrebbero essere irreversibili per cittadini e colture. Le dichiarazioni del sindaco Montino in tal senso sono apprezzabili ma non bastano. Se davvero vuole darci una mano a scongiurare questa sciagura deve passare dalle parole ai fatti. Noi siamo pronti insieme a cittadini e a comitati a fare di tutto, anche a occupare la Regione Lazio se serve. Chiediamo subito un consiglio comunale straordinario per mettere in campo una linea strategica omogenea e non disordinata, che vada al di là della semplice approvazione di una mozione o un ordine del giorno. Serve la massima condivisione possibile. Montino ci sta?” Firmato. Giuseppe Picciano (coordinatore Lega-Fiumicino), Vincenzo D’Intino e Federica Poggio (consiglieri comunali Lega-Fiumicino)

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
x

ATTENZIONE