SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Fiumicino, guerra alle bottiglie di plastica, in arrivo sei ecocompattatori, distribuiranno anche l'acqua

Cini assessore ambiente: il progetto prevede l'acquisto e l'installazione di due ecocompattatori per la raccolta di bottiglie in Pet e sarà finanziato per 3000 euro con fondi messi a disposizione dal Comune e per 27 mila euro con fondi della Città Metropolitana

printDi :: 18 dicembre 2022 14:08
Bottiglie di plastica

Bottiglie di plastica

(AGR) "L'Area Tutela Ambientale, chiarita la compatibilità con un progetto finanziato dalla Città Metropolitana per 27 mila euro che prevede l'acquisto e alla gestione di foto trappole, ha presentato un ulteriore progetto per utilizzare dei fondi dell'amministrazione di Fiumicino. Il progetto prevede l'acquisto e l'installazione di due ecocompattatori per la raccolta di bottiglie in Pet e sarà finanziato per 3000 euro con fondi messi a disposizione dal Comune e per 27 mila euro con fondi della Città Metropolitana". Lo dichiara l'assessore all'ambiente Roberto Cini. "Abbiamo previsto l'installazione di due ecocompattatori - spiega Cini -: uno da interno, che verrà collocato nella Sede Comunale di Piazza Generale Carlo Alberto dalla Chiesa, e uno da esterno. Lo svuotamento e il trasporto agli impianti verrà effettuato dalla società che si è aggiudicata il servizio di raccolta dei rifiuti, ovvero l'Ati". "Questi nuovi impianti si andranno ad aggiungere ad altri quattro - prosegue l'assessore -, analoghi ecocompattatori, erogatori di acqua e distributori di borracce, ottenuti grazie ad un altro finanziamento Regionale, che saranno installati una volta realizzati gli allacci alle reti elettrica e idrica con il supporto dell'ufficio Lavori Pubblici".

"Ultimamente era apparsa sulla stampa anche una piccola polemica proprio sul finanziamento della Città Metropolitana relativo agli ecocompattatori, indirizzata proprio contro gli Uffici dell'Area Tutela Ambientale - spiega ancora Cini - che invece, giustamente, hanno voluto prima chiarire con la Città metropolitana il fatto che si trattasse di due diversi contributi incidentalmente dello stesso importo".

“Ci tengo per questo a sottolineare che sia la dirigente dell'area, Maria Teresa Altorio, sia tutto il personale, contribuiscono con il loro impegno scrupoloso a presentare sempre progetti per attingere a fondi messi a disposizione dalla stessa Città Metropolitana, dalla Regione e anche dall'UE (progetto BIOREPEM PROGRAMMA life+ di circa 1,5 milioni di euro dove il Comune di Fiumicino è orgogliosamente Capofila) - conclude -. Riprova di questo anche il fatto che "ogni anno", sempre grazie all'Area Tutela Ambientale, anche i fondi CIPE di circa 200.000 euro vengono sempre assegnati al Comune di Fiumicino".

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE