SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Scippatore rintracciato dalla Polizia di Stato alle Cascine tramite la videosorveglianza cittadina

Quando arriva in Questura si scusa con la vittima e subito dopo fa recuperare agli agenti la refurtiva nascosta nel parco

printDi :: 02 dicembre 2022 14:09
Polizia di Stato

Polizia di Stato

(AGR) Una brutta esperienza, conclusa tuttavia con un lieto fine, quella vissuta ieri sera da una ragazza americana appena 18enne che, intorno alle 23.00, è stata scippata del proprio Iphone mentre stava passeggiando con gli amici nella centralissima piazza Strozzi.

Non solo la Polizia di Stato le ha recuperato il prezioso smartphone, la giovane ha infatti ricevuto anche le scuse dalla persona fermata poco dopo il fatto dalle volanti con l’accusa di furto con strappo.

Una volta avvenuto il colpo, a dare l’allarme alla Questura è stato un amico della vittima che, al telefono, ha subito fornito agli agenti le descrizioni di un uomo in fuga, in sella ad una bicicletta, verso via della Vigna Nuova.

La Sala Operativa non ha perso tempo e, tramite l’evoluto sistema di videosorveglianza cittadina del Comune, ha individuato sui monitor il sospetto mentre pedalava in direzione Cascine.

In pochi istanti l’uomo è stato raggiunto e fermato da una volante proprio nei pressi della fermata della tramvia all’interno del parco: si tratta di un incensurato cittadino di origini domenicane di 24 anni.

Quest’ultimo avrebbe subito ammesso le sue responsabilità di fronte ai tutori dell’ordine, riferendo però di essersi nel frattempo già liberato della refurtiva.

Il giovane è finito in via Zara dove è stato sottoposto a fermo per identificazione e denunciato, data la trascorsa flagranza, per lo scippo di piazza Strozzi.

Ma una volta in Questura si è voluto scusare di persona con la sua vittima, rivelando poi alla Polizia il luogo dove lo stesso avrebbe nascosto il telefonino rubato.

I poliziotti sono quindi tornati, ancora una volta, alle Cascine dove senza le indicazioni dello “scippatore pentito” sarebbe stato impossibile recuperare l’oggetto nascosto tra la vegetazione ai piedi di un albero. La 18enne è così potuta rientrare in possesso del maltolto.

02/12/2022 13.24

Questura di Firenze

Tratto da Met. 

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE