SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Ostia, miasmi nauseabondi in prossimità dei cassonetti

print11 luglio 2019 17:21
Ostia, miasmi nauseabondi in prossimità dei cassonetti
(AGR) “Ad Ostia Lido e nei quartieri del Municipio dove non è ancora partita la raccolta differenziata, in prossimità dei secchioni e delle caditoie dove si raccolgono i liquami, ci sono miasmi nauseabondi, assolutamente irrespirabili, determinati dal percolato che giorno dopo giorno è penetrato nelle porosità della sede stradale. – denuncia Marco Possanzini, Segretario Sinistra Italiana X Municipio - Con il caldo di questi giorni il problema si è amplificato anche in relazione alla necessità di molti cittadini dell'entroterra, dove c'è la raccolta differenziata ma non funziona regolarmente, di venire fino ad Ostia per gettare la spazzatura, in larghissima parte la frazione umida, nei cassonetti.

E' del tutto evidente che, soprattutto sui marciapiedi delle zone commerciali così come sotto le finestre di chi abita nei primi piani, non si può chiudere gli occhi, magari il naso, davanti a questi miasmi provenienti dalla fermentazione dei rifiuti. In prossimità dei cassonetti poi la situazione peggiora drammaticamente. Purtroppo la mancanza di un lavaggio periodico delle nostre strade così come la mancanza di igienizzazione periodica dei cassonetti, determina questa condizione.

E' assolutamente necessaria una pulizia straordinaria delle strade, in particolare nei settori dove ci sono i cassonetti a bordo strada, abbinata all'igienizzazione degli stessi contenitori rifiuti. E' una operazione semplicissima che, pianificata con criterio, si potrebbe fare rapidissimamente permettendo ai cittadini di non "respirare" aria putrida in prossimità dei secchioni. Siamo consapevoli della situazione in cui si trova tutta la città relativamente alla gestione rifiuti, così come siamo consapevoli del fatto che d'estate, senza un modello di gestione concreto, la situazione può solamente peggiorare. Da Febbraio a Roma Capitale non si trova un assessore competente ai rifiuti e la Sindaca Raggi si è assunta questo onere dopo le dimissioni dell'ex assessore Montanari. Si può continuare così? noi crediamo proprio di no. Continuare a rimpallare le responsabilità non serve, in campagna elettorale sulla gestione dei rifiuti fioccavano promesse a 5 stelle ed ora è il momento di dargli corpo, se ci si riesce ovviamente”.

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE