AGR on Line

Agenzia di Stampa


AGR Video on Line
Acilia Nord, un quartiere dimenticato!!!
Acilia Nord, i cittadini denunciano lo stato di abbandono del quartiere
Municipio X rivoluzione in arrivo nella raccolta differenziata
Panda Raid 2018 - Da Madrid a Marrakkech con una vecchia Panda del Nonno
Panda Raid 2018 - 400 Panda 4x4 nel deserto del Sahara
GREATPIXEL disegna la App per lo store KIKO più grande (e più tecnologico) al mondo
Tragico incidente sulla Majella. Soccorso Alpino impegnato anche sul Gran Sasso
Don luigi Ciotti - Presidente di Libera -Ci vuole una presenza comune, serve il 'noi'
X Municipio, Forza Italia avanza
X Municipio, sfida tra due donne per la presidenza
AGR Partner

  

testo testo

AGR Associazione giornalistica Radiotelevisiva

Città Commercio La più grande rete social della PMI



 

Per la pubblicità su questo spazio contatta la redazione a questo indirizzo:   redazione@agronline.it

 

BIAUTO Group srl societa' di autoriparazione e officina autorizzata FIAT ALFA ROMEO e LANCIA

Area Riservata
Login:
Password:
Notizie
Notizie Regionali
Link Utili
 

intopic
Regione: Lazio    Sezione: AGR - Cultura01/12/2018 15.50.00

Ostia, catapultare la realtà nel mondo digitale

Convegno sul digitale al porto turistico. Relatore dr. Rosario Cerra. Mannucci (Ostia amor): moneta elettronica per il litorale.



(AGR)Dal Convegno di questa mattina sulle innovazione tecnologiche possibili legate al mondo del digitale, organizzato da Ostia Amor alla sala conferenze del porto turistico di Roma, il presidente dell’associazione l’avv. Italo Mannucci ha lanciato l’idea che, qualora fosse realizzata, sarebbe capace di rilanciare il commercio locale proprio in tempi di digitale: “Stiamo lavorando ad un progetto che, nell’ambito dell’offerta commerciale di un Consorzio rappresentato dagli esercenti del litorale, per Ostia sia possibile la creazione, come previsto nel DL n.11/2010 di una moneta “digitale” con la quale si possa accedere ai servizi ed alle offerte del Consorzio”.

Un’idea che non è certo lontana da una possibile realizzazione, almeno a quanto rappresentato dal dr. Rosario Cerra, Presidente del Centro di Economia Digitale, relatore del convegno “Catapultare la realtà nel mondo digitale”,  che ha sottolineato come la digitalizzazione sia oramai un processo irreversibile a livello mondiale e che l’Italia, ancora una volta, è fanalino di coda in uno sviluppo ritenuto indispensabile. “Dal digitale possiamo avere risposte sul futuro prossimo. – ha detto Cerra – Nell’agenda digitale c’è il futuro della società. Attraverso l’utilizzo generalizzato del digitale si potranno risolvere annosi problemi che affliggono la società italiana, a partire dalla lotta alla corruzione, possibile attraverso una verifica incrociata dei dati, il miglioramento della sicurezza cittadina, il funzionamento della macchina burocratica e della Giustizia. Significa, in pratica, scommettere sul futuro”.

Il commercialista Ernesto Vetrano, consigliere dell’Ascom, ha ricordato come il primo settore ad essere passato al digitale in Italia è soprattutto l’ambito fiscale. “Nel 98’, ad esempio, le dichiarazione fiscali (dichiarazioni Iva e reddito) inviate all’Agenzia delle Entrate erano 7 milioni e mezzo, vent’anni dopo, nel 2017, sono state 185 milioni. E’ un processo oramai avviato e che, con il passaggio alla fatturazione elettronica, tutte le categorie imprenditoriali si troveranno ad affrontare. L’unica cosa su cui voglio porre l’accento è la lettura ed interpretazione dei dati. La logica dei computer non sbaglia, ma bisogna dargli il giusto input, per questo è sempre necessaria la conoscenza e la preparazione sull’argomento, che sia fiscale o tecnico”.

 

Il dibattito  si è acceso quando il dr. Cerra, nel corso del suo discorso, ha sottolineato come, secondo lui, un territorio come il litorale romano (con oltre 300 mila residenti) dovrebbe avere un’amministrazione autonoma e che, se si scegliesse la soluzione dell’area metropolitana, si dovrebbero davvero assegnare ai presidenti dei Municipio pieni poteri per poter gestire la città. L’architetto Paola Rosi, ad esempio, ha ricordato come a soffrire sul piano commerciale lo sviluppo della digitalizzazione siano proprio le aree periferiche che non hanno nessun “appeal” per richiamare l’attenzione dei cittadini. L’assessore del X Municipio Alessandra Bolli (Bilancio e Patrimonio, con delega sul digitale) ha ricordato le novità tangibili introdotte e la qualità dello strumento tecnologico a disposizione dei cittadini.

L’assessore al commercio del X Municipio Raniero Pichi ha detto: “La digitazione è il futuro. Ma “Amazon” non potrà ma i dare quei servizi e quella professionalità che tutti possiamo trovare nei nostri esercizi commerciali”. Antonio Di Giovanni, capogruppo M5S, ha concluso: “Sogno un portale dove si possa accedere a tutte le informazioni: storiche, archeologiche, turistiche e commerciali di Ostia. Con tanti video per raccontare e mostrare le nostre eccellenze. Un portale, in sostanza, per rilanciare e stimolare la voglia di venire ad Ostia, d’estate e d’inverno, per fare acquisti, perché no? Anche di Natale e per vivere il mare di Roma”. Un convegno ricco di argomenti e spunti da approfondire, aperto dal saluto di Giorgio Gastaldi e moderato dall’architetto Alessandra Bolli.

Parterre del convegno particolarmente ricco, oltre i citati, erano presenti per il X Municipio i consiglieri dell’opposizione Andrea Bozzi e Monica Picca, Domenico Garofalo, presidente della Pro Loco Ostia mare di Roma, Emma Fantozzi ex-presidente municipio, l’avv. Domenico Stammato, dr. Miche Bove, presidente Campani in Tiberi, il comm. Giuseppe Ciotoli, le autorità militari e civili del territorio.



Autore: AGR: EB - Redazione

RISERVATA © Copyright Agr On Line

AGR TV la Tv a portata di Click

AGRTV Live

 

"Partecipa anche tu, con un piccolo contributo,

affinchè l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti"