SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Vela, la grande festa della Barcolana si colora di rosa...

Oltre 1600 le barche che hanno animato la regata più partecipata d'Italia. Si è fatta sentire anche la Bora che ha raggiunto i 20-25 nodi. Bene anche il team Anywave Safilens che chiude settima assoluta, seconda di classe tra i maxi yacht.

printDi :: 09 ottobre 2022 19:58
Un momento della regata con le barche impegnate dalla Bora ph credit A. Carloni Anywave Safilens

Un momento della regata con le barche impegnate dalla Bora ph credit A. Carloni Anywave Safilens

(AGR) La Barcolana edizione 54 si è tinta di rosa. Ha vinto, infatti, per la prima volta una donna: Wendy Schmidt e la sua Deep Blue, imprenditrice e moglie dell'ex Ceo di Google Eric Schmidt, armatrice e timoniera di una barca velocissima che ha concluso la regata in meno di un’ora (57 minuti e 47 secondi). Una vittoria però nei pronostici e ben ha figurato anche Arca. Al secondo posto dopo Deep Blue ha tagliato il traguardo una barca italiana, Arca dei fratelli triestini Benussi, che ha provato a contrastare l'equipaggio vincente. Terzo al traguardo Portopiccolo e quarto Way of life staccati di quasi quattro minuti. Bene anche Anywave Safilens che chiude settima assoluta alla Barcolana, seconda di classe. Grande risultato per il Team Sistiana nelle acque di Trieste, un risultato conseguito tra oltre 1600 imbarcazioni

Una Barcolana importante, dunque, che ha visto il ritorno del Team guidato da Alberto Leghissa fortemente motivato, dopo la sfortunata edizione dell’anno scorso e l’importante refitting a cui è stata sottoposta l’imbarcazione.A Trieste la giornata era perfetta per regatare, il vento non è mancato e le condizioni erano le migliori per correre e divertirsi.

In partenza, la bora ha fatto sentire la sua potenza con un’intensità tra i 20-25 nodi e Anywave Safilens si è ben destreggiata nel gruppo dei Maxi, riuscendo fin dalle prime battute a posizionarsi nel gruppo dei leader. Nel lato di bolina ha fatto una manovra pulita per raggiungere la boa di Miramare, interpretando con attenzione anche i leggeri cali di vento e di direzione, per poi approfittare del rinforzo di vento nell’ultimo tratto del percorso.

“E’ stata un’edizione fantastica, con condizioni meteo ideali per vivere una grande giornata di vela. La barca ha risposto alla grande, siamo stati molto veloci e sono orgoglioso di tutto l’equipaggio, che ha dato il massimo e non ha mai perso la concentrazione.” Così un emozionato Alberto Leghissa dopo aver tagliato il traguardo “La partenza è stata bellissima, siamo stati terzi per buona parte del primo lato, poi chiaramente gli scafi più grandi hanno messo in campo la loro potenza, ma è stato emozionante trovarsi lì a competere. Abbiamo avuto un bellissimo confronto ravvicinato con tutto il gruppo di testa e in particolare con Adriatic Europa, con il quale abbiamo ingaggiato un match-race per un buon tratto, fino alla terza boa quando siamo riusciti a sorpassarli e ci siamo allungati verso il traguardo.”

Il Team che ha regatato in questa Barcolana 54 era composto da Alberto Leghissa al timone, Mauro Pelaschier alla tattica, Alessandro Alberti navigatore, Matteo Valenti e Luca Farosich prua, Massimiliano Zanolla e Rocco D’Amico albero, Giovanni Battista “Tita” Ballico e Sergio Michieli drizze, Romano Foggia jolly, Daniele Bazzocchi e Marino Farosich grinder, Andrea Marengo e Matteo Bonin regolazione vele, Federico Boldrin randa, Ugo Guarnieri e Gino Becevello volanti, ospite a bordo Serena Bortone, volto noto del pomeriggio di Rai 1.

Ottima regata anche per Anywave Junior, il Tod 33 timonato da Giulia Leghissa con un team di giovani provenienti dalle derive, che si stanno formando grazie all’aiuto e all’affiancamento con alcuni professionisti, che si è classificata 85^ assoluta e sesta di categoria. Gli equipaggi di Anywave Safilens e Junior, insieme ad amici, sostenitori, Partner e Sponsor al termine di questa ventosa ed emozionante edizione si sono scatenati fino a tarda serata nello spazio di Studio 54, con il Terzo Tempo animato dall’inossidabile Dj Zippo che ha fatto ballare tutti.

La stagione Anywave Safilens non è conclusa, ci sono ancora importanti appuntamenti nei quali proseguire il confronto con i Maxi Yacht più agguerriti. Venerdì 14 ottobre Anywave Safilens sarà al via della Trieste-Venezia Two Cities One Sea Regatta, una regata di trasferimento verso le acque lagunari che vuole essere un warm-up e un momento di competizione e allenamento.Nella splendida cornice di Venezia, sabato 15 ottobre il Frers 63 correrà insieme a The St. Regis Luxury Hotel Venice alla nona edizione della Venice Hospitality Challenge, regata ad invito riservata ai migliori Maxi Yacht e infine concluderà la stagione agonistica domenica 16 ottobre con la Veleziana, regata a compenso nel bacino di San Marco.

Photo gallery

La barca Anywave Safilens impegnata regata Barcolana ph credi A. Carloni Anywave Safilens

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE