SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Pallanuoto, finali serie A1, la Lifebrain Sis Roma alla finale per il terzo posto

Sconfitte nella bella dall'Ekipe Orizzonte le giallorosse si devono accontentare della finale di consolazione per il terzo posto con il temibile Verona in programma il 28 maggio. In palio il terzo posto e la qualificazione all'Europa

printDi :: 24 maggio 2021 17:29
Lifebrain sis roma in coppa Len

Lifebrain sis roma in coppa Len

(AGR) La Lifebrain Sis Roma non ce l’ha fatta. C’ha provato...ma allo stato attuale l’Ekipe Orizzonte Catania è più forte. Gli resta la finale di consolazione per il terzo posto (venderì 28 maggio) che non è poca cosa e che gli vale il pass per l’Europa. Manca ancora qualcosa alla squadra di Marco Capanna. Le distanze non sono grandi, al di là della netta sconfitta di sabato sera, un dieci a tre che non lascia spazio a recriminazioni. I propositi di scudetto però, avverte la societa, sono solo rinviati al prossimo anno. Un pizzico di delusione c’è. Inutile negarlo. Ma lo sport regala delusioni e sofferenze ma anche gioie e soddisfazioni ed il team del presidente Flavio Giustolisi sta ancora costruendo le fondamenta di una grande squadra. “Il risultato odierno – spiega Marco Capanna - non fermerà le nostre ambizioni ed i nostri progetti. Dobbiamo fare i complimenti agli avversari e resto convinto che vince i Play Off chi lo merita di più al meglio delle tre partite e loro hanno dimostrato di più per presenza, struttura, coraggio ed incisività. Altresì sono consapevole che abbiamo fatto tante cose buone compreso il primo tempo della sfida di sabato, il cui parziale (2-0) non ci ha premiato e questo, forse, per la prima volta ci ha scoraggiato perché poi ha iniziato ad essere difficile a guardare la porta e, soprattutto, riuscire a segnare. Abbiamo, infatti, avuto tante occasioni per fare gol ma, purtroppo, devo dire che le fasi finali delle azioni d’attacco sono stati di bassa qualità e lucidità. Inoltre in difesa abbiamo subito troppo, perdendo le distanze e permettendo a loro di arrivare a tiro senza troppo muro di braccia e baluardo dietro. Ora dobbiamo guardare avanti: abbiamo 6 giorni per preparare la Finale per il 3° posto che deve essere molto stimolante per noi per giocare bene, per confermare la nostra crescita e per conquistare il pass per l’Europa. Se posso fare un primo bilancio, anche se quello finale lo faremo al termine del Campionato, lc’è da sottolineare che non siamo un team da rifondare ma siamo una squadra giovane ed in ascesa (molto veloce) che si ripresenterà, l’anno prossimo, al via per la corsa Scudetto e che dall’esperienza di quest’anno ha imparato tanto”. Ultimo appuntamento stagionale: la Finale per il 3° Posto del Campionato Italiano con il CSS Verona venerdì 28 maggio.

EKIPE ORIZZONTE – LIFEBRAIN SIS ROMA

10 – 3

(2 – 0; 3 – 1; 2 – 1; 3 - 1)

EKIPE ORIZZONTE CATANIA: GORLERO, IOANNOU, GARIBOTTI, VIACAVA 1, AIELLO, BARZON 1, PALMIERI 2, MARLETTA 2, EMMOLO 3, VUKOVIC 1, RICCIOLI, LEONE, CONDORELLI

All. MICELI

LIFEBRAIN SIS ROMA: SPARANO, TABANI 1, GALARDI 1, AVEGNO, GIUSTINI, CHIAPPINI, PICOZZI 1, SINIGAGLIA, NARDINI, DI CLAUDIO, STORAI, IANNARELLI, BRANDIMARTE.

All. CAPANNA

ARBITRI: BIANCO D. CALABRO'

Uscite per limite di falli: Di Claudio (Roma) nel secondo tempo.

Superiorità numeriche: L'Ekipe 3/10 e SIS Roma 3/14. Vukovic (O) nel terzo, Garibotti e Viacava (O) e Tabani (R) nel quarto tempo. Nel terzo tempo ammonito per proteste il tecnico dell’Ekipe Mi

Photo gallery

Marco capanna preoccupato segue la partita

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE