SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Covid-19, da Castel Romano la "speranza" di una cura?

Questo primo studio - si legge sulla nota divulgata dal laboratorio aziendale - ha dimostrato che dopo una singola dose i nostri vaccini sono stati capaci di indurre una forte risposta anticorpale contro la proteina Spike del COVID-19 in soli 14 giorni.

printDi :: 12 aprile 2020 18:50
Covid-19, da Castel Romano la speranza di una cura?

(AGR) Una notizia confortante e positiva nel contrasto al covid-19 arriva da Castel Romano, a pochi chilometri da Roma, dove l’azienda Biotech che opera da anni nel campo dei vaccini e dell'immunologia ha annunciato i primi esiti sullo studio di un vaccino contro il Covid-19.  Si tratta di una comunicazione aziendale la cui veridicità ed effettiva importanza terapeutica dovrà, comunque, essere verificata dall'Istituto Superiore della Sanità. Pubblichiamo, comunque, la notizia che evidenzia i passi avanti compiuti dalla ricerca in questa corsa contro il tempo per neutralizzare il virus.

"Questo primo studio - si legge sulla nota divulgata dall'azienda - ha dimostrato che dopo una singola dose i nostri vaccini sono stati capaci di indurre una forte risposta anticorpale contro la proteina Spike del COVID-19 in soli 14 giorni" "Si tratta di un  dato molto importante e dimostra la potenza della nostra tecnologia - puntualizza Emanuele Marra, direttore dell'Area malattie infettive. “L’elevato titolo anticorpale è la premessa a potenti anticorpi terapeutici che stiamo generando in parallelo al vaccino, grazie alla nostra tecnologia innovativa e capacità di screening di cui disponiamo alla Takis - afferma Giuseppe Roscilli, Direttore Area anticorpi monoclonali. -  I dati preliminari che abbiamo generato in laboratorio e la collaborazione con gli scienziati dell'istituto Spallanzani consentiranno di caratterizzare ulteriormente la risposta immunitaria necessaria a neutralizzare il virus”. “Siamo cautamente ottimisti sullo sviluppo del migliore candidato per un futuro studio clinico - ha dichiarato Luigi Aurisicchio, CEO/CSO della Takis - . Siamo alla ricerca di collaborazioni e finanziamenti che ci consentano di accelerare le fasi dei prossimi mesi”.

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE