SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

X Municipio, no ai parcheggi attrezzati, scontro tra Lega e pentastellati

Una mozione approvata in Campidoglio per l'individuazione di aree sosta in concessione a parcheggiatori fa scattare la protesta di Di Giovanni (M5S). La Lega replica:" Il provvedimento riguarda tutti i Municipi romani ed è stato sottoscritto dal M5S"

printDi :: 12 febbraio 2021 17:43
X Municipio, no ai parcheggi attrezzati, scontro tra Lega e pentastellati

(AGR) Aree abbandonate al degrado che si potranno assegnare a cooperative di parcheggiatori per essere sistemate ed attrezzate. Questo il significato di una mozione firmata da Davide Bordoni (Lega) e De Priamo (FdI)che poi è stata sottoscritta ed approvata dal Consiglio comunale e che oggi il Campidoglio ha inviato ai Municipi per l’applicazione. Una mozione del 2019 (la n.64 del 27 giugno) che non piace assolutamente alla maggioranza pentastelata del X Municipio. Il capogruppo del M5S Antonio Di Giovanni infatti attacca: “Le forze del centrodestra, cercano di portare avanti con una loro mozione del 2019 un dispositivo che prevede di affidare aree pubbliche, anche nel nostro Municipio, alla gestione di guardiamacchine, trasformando di fatto i parcheggi, in aree sosta a pagamento che gli stessi municipi dovranno individuare.

Una mozione, - continua Di Giovanni - che ha visto come primi firmatari il consigliere capitolino Davide Bordoni (Lega) e il consigliere De Priamo (FdI), con la quale il centrodestra, vorrebbe far diventare il nostro territorio come il centro storico di Roma, facendo pagare ai cittadini del X Municipio il parcheggio per la propria auto.

Ieri in Consiglio, con l’unanimità dell'aula consiliare il M5S ha espresso la propria contrarietà ed ha richiesto maggiori approfondimenti sulla mozione, affinché in questo territorio il parcheggio resti libero e si trovino, al tempo stesso, altre, possibili, soluzioni per quella categoria di operatori. In questo modo, - continua Di Giovanni - abbiamo pensato prima di tutto alla tutela dei residenti e delle attività commerciali, soprattutto in questo periodo difficile di emergenza sanitaria, in cui una misura del genere andrebbe ad incidere ancor più negativamente sotto il profilo economico e commerciale”.

Per la Lega, ha replicato alle accuse con una nota dettagliata Piero Cucunato, dirigente romano e consigliere del IX Municipio “Oltre a non sapere che la mozione di cui parla Di Giovanni riguarda tutta la città, tanto che l'abbiamo ricevuta anche nel IX Municipio – ha spiegato Cucunato – ed è relativa all'individuazione di aree da destinare al servizio di guardiamacchine ed è  stata firmata e votata anche dal M5S all'unanimità. Di Giovanni  non si è nemmeno accorto che la sua sindaca ha inviato una missiva a tutti i Municipi di applicazione del documento. Non è un provvedimento della Lega ma, semmai, del comune a maggioranza pentastellata. Direi che il capogruppo del M5S del X Municipio, in passato tra le file del centrodestra, - conclude Cucunato - dovrebbe pensare a risolvere qualche problema ai cittadini ed al territorio, prima di prendersela con l'opposizione e su questo tema, dovrebbe semmai, rivoglersi ai suoi consiglieri comunali. Nessuno vuole le strisce blu ad Ostia o ad Acilia, ma aree sosta attrezzate e fruibili, che è poi lo spirito della mozione, condivisa dai consiglieri comunali del M5S. Tra l'altro volevo aggiungere che durante la pandemia nel IX Municipio la Lega, tramite il sottoscritto ha presentato la proposta di sospendere il pagamento delle strisce blu nelle aree commerciali. Una proposta che a suo tempo è stata respinta  dalla maggioiranza pentastellata del IX Municipio”.

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE