SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Roma, il Campidoglio contro la Pisana, no all'accorpamento delle scuole

Claudia Pratelli, ass. scuola: vengono accorpate scuole molto lontane tra loro, penso al caso del IX Municipio dove le scuole interessate al dimensionamento sono distanti tra loro undici chilometri o la scuola Pirotta, unificata all'istituto Ghini privando il Quarticciolo di un presidio educativo

printDi :: 12 gennaio 2024 14:19
Roma, il Campidoglio contro la Pisana, no all'accorpamento delle scuole

(AGR)  "Come è noto il 4 gennaio la Regione Lazio ha deciso l'accorpamento di diverse scuole nel Lazio, 10 solo a Roma. Una decisione che ho definito subito sbagliata sia nel merito che nel metodo: nel merito perché vengono accorpate scuole anche molto lontane tra loro, penso al caso del IX Municipio dove le scuole interessate al dimensionamento sono distanti tra loro undici km; oppure al caso della scuola Pirotta, in V Municipio, dove ieri si è svolto un consiglio straordinario sul tema, al quale ho preso parte, destinata ad essere unita ad all'istituto Ghini, privando un quartiere delicato come il Quarticciolo di un presidio educativo importantissimo. 

Quanto al metodo, poi, la Regione in questo modo ha attuato un vero colpo di mano con il quale smentisce anche se stessa: voglio ricordare infatti che la decisione di gennaio avviene contro quanto deciso dalla Conferenza Regionale Permanente per l’Istruzione, convocata dallo stesso assessore regionale Schiboni il 19 dicembre scorso e nella quale si è votato un piano condiviso con i Municipi, Roma Capitale, l'Area Metropolitana e gli istituti scolastici, dove si definivano solo due accorpamenti per la Città metropolitana di Roma, di cui uno relativo a Roma Capitale. In questo quadro, dunque, non solo ribadisco la contrarietà di Roma Capitale alla decisione della Regione Lazio, ritenendo dunque più che motivate le preoccupazioni che da tutte le parti stanno emergendo, ma assicuro che supporteremo le scuole nelle loro istanze e interverremo nei confronti della Regione Lazio per chiedere un ripensamento".A dichiararlo è Claudia Pratelli, Assessora alla Scuola, Formazione, Lavoro di Roma Capitale.

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE