SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Fiumicino, i ritardi del Pd responsabili dell'erosione della costa

Massimiliano Graux (FdI Fiumicino) punta il dito contro l'amministrazione Montino. Già nel 2016 il "danno atteso" alla costa, secondo uno studio dell'ISPRA, nel 2020 sarebbe stato pari a mezzo milione di metriquadri ogni anno

printDi :: 04 gennaio 2021 17:15
Fiumicino, i ritardi del Pd responsabili dell'erosione della costa

(AGR) Erosione a Fregene e Focene, la colpa è dell’amministrazione….Dure critiche da parte di Massimiliano Graux (FdI Fiumicino) alla gestione dell’emergenza.  “L'incapacità sulla gestione dell’emergenza erosione della costa da Focene a Fregene, è diventata ingiustificabile da parte di questa Amministrazione di Fiumicino e della Regione Lazio – scrive Graux - pur essendo loro della stessa coalizione politica con la guida PD. L'incapacità inizia a manifestarsi il 26 marzo 2019, quando l'amministrazione di Fiumicino non risponde nei tempi previsti per il finanziamento concessi ai comuni costieri da parte della Direzione Regionale Lavori pubblici e difesa del suolo, come invece è stato fatto dai comuni di Santa Marinella, Sabaudia, Terracina e Fondi e il X Municipio di Roma.

Ancora più grave appare la responsabilità della Regione Lazio che ha sottoscritto nel lontano 6 Aprile 2016 un protocollo di intesa con il Ministero dell'Ambiente sulle linee guida Nazionale per la difesa della costa dai fenomeni di erosione e dagli effetti dei cambiamenti climatici. Con il coordinamento tecnico dell'ISPRA Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale) oggi fa ancora più male leggere nella loro relazione che in base allo studio definito "danno atteso" lo Studio Peseta (Joint Research Center IPCT di Siviglia) il quale aveva già previsto nel 2020 senza nessun intervento a difesa della costa una perdita di 500.000 m2/anno di spiaggia l'anno e un danno economico enorme per le attività commerciali.

Eppure l'UE ha messo in campo già da tempo azioni mirate e protocolli di intesa disattese anche dalla nostra Regione Lazio come il Protocollo GIZC della Convenzione di Barcellona, fino alla determinazione Dirigenziale della Regione Lazio n.GE5071cdel 27/4/2015 che dovrebbe programmare attività per le linee guida del piano di difesa integrata delle coste. E invece siamo nel disastro, emergenza su emergenza, disinteresse e immobilismo, ma vogliono consentire alla natura di distruggere tutto?

Il 6 Agosto 2020 è stata presentata a firma del Capo Gruppo di Fratelli d'Italia in Regione Lazio Fabrizio GHERA una urgente interrogazione riguardo a questa problematica alla quale non c’è stata risposta, neppure al sollecito seguente.

Le passerella del Sindaco di Fiumicino e dei politici regionali del PD hanno soltanto portato al "De Profundis" la nostra costa. Pensate forse che la gente non capisca e non giudichi il vostro disinteresse per il bene pubblico più importante che sono le nostre meravigliose coste locali? Saremo noi di FdI ad alzare per quanto possibile l'interesse dell'opinione pubblica per difendere il nostro territorio e la nostra economia”.

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE