SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Sabina Guzzanti al Cinema Stensen presenta “Spin Time”. Il documentario racconta un palazzo occupato da 400 persone a Roma

L’attrice: “Vi racconto i poveri come non li avete mai visti”. Appuntamento al Cinema Stensen mercoledì 15 settembre alle 18 e alle 21.

printDi :: 13 settembre 2021 14:26
Redazione di Met Sabina Guzzanti al Cinema Stensen presenta “Spin Time”. Il documentario racconta un palazzo occupato da 400 persone a Roma

Redazione di Met Sabina Guzzanti al Cinema Stensen presenta “Spin Time”. Il documentario racconta un palazzo occupato da 400 persone a Roma

(AGR) Sabina Guzzanti al Cinema Stensen di Firenze per il suo documentario “Spin time. Che fatica la democrazia”, presentato all’ultimo festival di Venezia. Appuntamento mercoledì 15 settembre alle 18 e alle 21.

Protagonista del documentario è il palazzo occupato a Roma, in via Santa Croce in Gerusalemme, vicino al quartiere San Giovanni. Il palazzo, noto come "Spin Time", è occupato da moltissime famiglie povere e conta circa 400 inquilini. È divenuto famoso quando l'elemosiniere del Papa, il cardinale Konrad Krajewski, è intervenuto per far riavere allo stabile la corrente, dopo che era stata staccata per mancato pagamento.

Il docufilm permette di addentrarsi tra queste mura per mostrare una realtà che spesso si fa finta di non vedere e che qui non solo esiste, ma viene messa in luce con un riflettore puntato direttamente su di essa.

«La decisione di realizzare questo film – ha detto Sabina Guzzanti - viene da un'ispirazione quasi comica, improvvisa e intensa, dopo aver conosciuto il lavoro teatrale di Christina Zoniou e il gesto di disobbedienza civile dell'Elemosiniere del Papa, che riattaccò la luce a un palazzo occupato da 180 famiglie di indigenti. Lo slogan per pubblicizzare Spin Time potrebbe essere: i poveri come non li avete mai visti».

Attrice e autrice satirica, di teatro, cinema, regista di film di finzione e documentari e scrittrice, in televisione Sabina Guzzanti ha iniziato con La TV delle ragazze e proseguito con altri programmi come Avanzi, Pippo Chennedy e Riot. Nel cinema ha interpretato per Giuseppe Bertolucci, I cammelli e Troppo sole. Nel 2002 ha diretto il suo primo lungometraggio, Bimba. Il successo come autrice cinematografica arriva nel 2005 con Viva Zapatero!, poi Le ragioni dell'aragosta, Draquila e La trattativa.

Ingresso 8 euro. Il documentario della Guzzanti sarà in programmazione anche nei giorni successivi. Info www.stensen.org

13/09/2021 11.30 

Foto da comunicato

Redazione di Met

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE