SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Regione Lazio, soldi per gli asili e via alla liquidazione della Cassa Integrazione

Saranno 11 i milioni che la regione Lazio ha previsto per il sostegno degli asili nido in crisi per l'emergenza sanitaria. Definita anche la questione CIG, la Califano (Pd Lazio) invita le banche a corrispondere ai lavoratori gli ammortizzatori sociali

printDi :: 29 aprile 2020 17:30
Regione Lazio, soldi per gli asili e via alla liquidazione della Cassa Integrazione

(AGR) Interventi della Regione Lazio a favore degli asili nido in difficoltà per l’emergenza sanitaria. Lo comunica la consigliera regionale Pd Michela Califano che annuncia: “È on line sul sito della Regione Lazio il bando da 3 milioni di euro destinato ai nidi accreditati chiusi per l’emergenza Coronavirus. Il fondo andrà a coprire con un massimo di 100 euro al mese ogni posto nido a decorrere dal mese di marzo fino a luglio 2020.

 A seguire sarà invece pubblicato un bando da 8 milioni per i nidi privati autorizzati ma non accreditati. Un segnale importante destinato a un settore che ogni giorno garantisce un sostegno fondamentale alle famiglie della nostra Regione e che ci stiamo impegnando affinché possa tornare a svolgere questo ruolo a settembre”.

 La Califano annuncia anche la liquidazione della Cassa Integrazione per 31 mila pratiche: “Trentunomila pratiche in liquidazione, 65.031 in lavorazione per 305,5 milioni di euro di investimenti pubblici. Sono i numeri della cassa integrazione in deroga. La Regione Lazio ha evaso tutte le domande fin qui giunte per un totale di 166.923 lavoratori coinvolti e 38 milioni di ore di lavoro coperte.

Adesso le banche devono fare la loro parte, come prevede l’accordo con Abi. Provvedere ad anticipare la Cig senza intoppi e senza nascondersi dietro a una burocrazia che non ha luogo di esistere. A questo si aggiunge anche l’accordo siglato ieri con Poste Italiane. Abbiamo già chiesto che il Governo emani un nuovo decreto per garantire la proroga degli ammortizzatori sociali anche oltre le 9 settimane ora previste. Stiamo compiendo tutti uno sforzo sovrumano in una situazione mai vista prima. La Regione non sta risparmiando fondi ed energie”.

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE