SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Lifebrain Sis Roma a punteggio pieno in Coppa Len Euro League, oggi la sfida finale con il Padova

Battute le greche dell'Olympiacos e le ungheresi del Budapest le romane hanno posto un'ipoteca sul passaggio del turno. Questa mattina la partita decisiva con il Padova (ore 10). Il coach Capanna promette: vogliamo essere protagonisti

printDi :: 06 febbraio 2021 21:59
Lifebrain Sis Roma a punteggio pieno in Coppa Len Euro League, oggi la sfida finale con il Padova

(AGR) La Lifebrain Sis Roma ha già un piede al secondo turno di Coppa Len. Ha battuto, infatti, una dopo l’altra, sia le greche dell’Olympiacos (ieri sera) e oggi le ungheresi del Budapest, domani se la vedrà con il Padova (ore 10) che ha perso la sfida con l’Olympiacos, ma che in caso di vittoria nello scontro diretto potrebbe inserirsi nella conta per il passaggio del turno. La Lifbrain Sis Roma però, a questo punto, ha già una fetta di finale in mano, vietato abbassare la guardia perchè le padovane sono una squadra pericolosa, ma al futuro si può guardare con fiducia anche per quanto si è visto in vasca.

Le romane quest’anno sono una squadra più matura e determinata, sia con le esperte greche che con le ungheresi, l’anno scorso la partita l’avrebbero persa, invece, quest’anno hanno sempre avuto la forza di reagire, di rialzare la testa anche quando tutto sembrava compromesso e portare a casa una vittoria che sembrava svanita…. L’Olpimpiacos è stato battuto per un solo gol di scarto: 13-12, dopo una fantastica rimonta. Alla fine del primo tempo la Sis è sotto di tre gol: 2-5 e la Silva Avegno, dopo aver segnato una rete lampo (solo 18 secondi) sbagliava un rigore. Da quel momento però la partita è cambiata. Non sappiamo cosa abbia detto Marco Capanna alle sue ragazze prima dell’inizio del secondo tempo, ma le ragazze greche si sono trovate dinanzi un’altra squadra, capace di aggredire, di colpire, di difendersi, di entusiasmare, fino alla fine, con un 13-12 da incorniciare. Con le ungheresi del Budapest ancora una partita fotocopia. La Sis in vasca non graffia e subisce le tecnica delle magiare. Nel terzo tempo il tabellone segna 4-3 per il Budapest, il coach Capanna sbraita dal bordo vasca ed all’improvviso le ragazze di casa si ritrovano, la palla gira liscia da un reparto all’altro, il tempo finisce in parità: 6-6. Ultima frazione, la Lifebrain sa quello che vuole, finisce 10-9 ma la vittoria è strameritata. Per la festa si attende domani a mezzogiorno. “Sono due vittorie prestigiose però dobbiamo essere consapevoli e concentrati fino alla fine perché sappiamo che tutto si deciderà all’ultimo minuto dell’ultima partita e noi vogliamo essere protagonisti”.

Photo gallery

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE