SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Ostia, nuovo murales lungo la via ostiense, progetto culturale degli artisti del Collettivo Subword

Parte venerdì 13 novembre il progetto culturale, fortemente voluto e sostenuto dal Municipio denominato "NE-OS - Storia di un futuro" che vuole raccontare la storia di Ostia e del litorale attraverso la street art

printDi :: 12 novembre 2020 18:26
progetto neos

progetto neos

(AGR) Ostia, avvio del progetto “NE-OS – Storia di un Futuro”, forma originale di Street art che mescola poesia e arti visive, a cura del Collettivo Subword. Il progetto, fortemente voluto e sostenuto dal Municipio Roma X, con la collaborazione del X Gruppo Mare della Polizia Locale e della Direzione Infrastrutture e Mobilità della Regione Lazio, parte dalla storia del territorio e della comunità del Municipio X e dalla necessità di trovare nuove modalità per la sua divulgazione.  Opera di partenza, un ampio murale (lavoro di street art) lungo la via Ostiense, sulla facciata della stazione Lido Nord della Ferrovia Roma-Lido, ad Ostia.

Gli artisti del Collettivo Subword e l’Amministrazione del Municipio Roma X inaugureranno l’iniziativa venerdì 13 novembre alle ore 15.00 presso la murata della stazione (via Ostiense, altezza via delle Azzorre).L’iniziativa avrà luogo nel rispetto delle normative che riguardano l’emergenza sanitaria in corso

Il tema raffigurato nel murale si incentra sulla storia del territorio e rielabora, in chiave fantascientifica, l'impresa di bonifica delle paludi ostiensi operata dalla cooperativa di braccianti ravennati a partire dal 1884. Il progetto unisce l'arte visiva alla letteratura in modo inedito e originale tramite un connubio multimediale di poesia e pittura. Così lo presentano alcuni degli artisti membri del collettivo: l' architetta e pittrice Silvia Conchione, direttrice dei lavori, ne parla in questi termini: "NE-OS sarà la più imponente opera di street art mai realizzata sul territorio, la prima ad essere interamente finanziata dal Municipio, nonché la prima a essere eseguita non da una singola firma ma da un collettivo multidisciplinare composto interamente da artisti del luogo.

Del poeta Er Lem è la definizione di "Poema Murale" (che traduce in inglese come "Literary Street Art" o "Wall Poem") e cioè  "un'opera di pittura murale che narra attraverso l'uso di linguaggi ed elaborati poetici la storia della comunità di un determinato territorio". Infine l'eclettica artista Laila Scorcelletti sottolinea che "la crisi del mondo contemporaneo, il paradigma informatico-digitale, il tempo come categoria filosofica sono alcuni tra gli ulteriori spunti di riflessione racchiusi all'interno di NE-OS - Storia di un Futuro ...Un'opera che volutamente offre molteplici possibilità interpretative, tutte a mio avviso riconducibili a una spinta al cambiamento in meglio del reale, forse il principio che meglio esprime il nostro percorso artistico in comune".

Gruppo Subword è un collettivo aperto di agitazione culturale composto in prevalenza da poeti e pittori sorto come esperimento di interazione tra la comunità underground hip hop ostiense e alcuni ambienti dell'arte, della controcultura e dell'educazione del Litorale romano. Il gruppo è operante sul territorio dal 2017  e si è dedicato a interventi di riqualifica artistica, organizzazione di eventi artistico/culturali, esposizioni d'arte, performance poetiche, piece teatrali, flash mob, organizzazione di laboratori artistici e didattici. Comunità, memoria, evoluzione, relazione quale matrice fondativa di ogni scambio comunicativo costituiscono i nuclei tematici maggiormente esplorati dal cammino creativo avviato dal gruppo.

Subword è formato dagli artisti:

Musat Bogdan Alexandru (decoratore, muralista, street artist, produttore di musica elettronica)

Aurora Pilati (pittrice, illustratrice, muralista)

Marco Conchione (visual artist, illustratore, produttore di musica elettronica)

Silvia Conchione (pittrice, dott.ssa in architettura, light designer)

Giuseppe D’Aniello (poeta, rapper, terapista della riabilitazione)

Laila Scorcelletti (scrittrice, artista, regista teatrale, insegnante elementare)

Riccardo di Gioia (pittore, maestro d’arte, operatore educativo).

La riproduzione del progetto è stata presa da un post della pagina facebook di Antonio Di Giovanni, capogruppo M5S

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE