SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Ostia Antica, Rapsodie digitali i bambini raccontano il patrimonio culturale

Prende il via dal 5 al 16 luglio ad Ostia Antica una palestra per i divulgatori del futuro. Apprendere, approfondire e imparare a narrare quanto si è imparato. Le fasi della scuola estiva di Rapsodie Digitali che vedrà protagonisti 25 bambini dai 9 ai 12 anni.

printDi :: 02 luglio 2021 09:25
Ostia Antica, Rapsodie digitali i bambini raccontano il patrimonio culturale

(AGR) Apprendere, approfondire e imparare a narrare ciò che si è imparato. Sono le tre fasi della scuola estiva di Rapsodie Digitali che vedrà protagonisti 25 bambini dai 9 ai 12 anni. Impegnati, dal 5 al 16 luglio, nel progetto di digital storytelling del patrimonio culturale di Ostia Antica promosso dall’associazione culturale Affabulazione, in partenariato con Teatro del Lido di Ostia, Parco Archeologico di Ostia Antica, INFN - Laboratori Nazionali di Frascati, grazie al sostegno di Poste Italiane.

Due settimane di impegno. Nel corso della prima i ragazzi saranno portati ogni giorno a conoscere un aspetto degli scavi di Ostia antica, l'acqua e le costruzioni idrauliche, per esempio. Una volta visti, insieme a un archeologo del Servizio Didattico di Ostia antica, gli acquedotti romani e come riuscissero ad alimentare abitazioni, fontane e ninfei con tubature in piombo (le fistule) poste sotto gli assi stradali, i ragazzi saranno pronti a divertirsi con veri e propri esperimenti di fisica svolti con l'aiuto dei fisici dell'INFN. Il tutto sotto la fresca ombra dei pini marittimi di Ostia antica. La prima settimana passerà veloce in compagnia di altri temi seducenti: l'acustica, con la visita e gli esperimenti condotti nel teatro di Ostia antica; l'universo, prima inoltrandosi nei Mitrei di Ostia per osservare i mosaici con i simboli dei pianeti per poi aggiornarsi sulla geografia astronomica dei giorni nostri. Una domus riccamente affrescata accoglierà i ragazzi per la giornata dedicata al colore, il suo uso nella pittura antica giunta fino a noi ma anche il rapporto tra la vista umana e le componenti della luce. Toccherà infine alla percezione dello spazio: quello dell'organizzazione urbanistica di Ostia antica, con i suoi quartieri dedicati alle attività portuali in prossimità del Tevere e le residenze più prestigiose appena dietro le spiagge, e quello che la fisica misura e analizza in tutte le taglie, dal micro al macro.

La seconda settimana vedrà tirare le somme, con l'entrata in scena del Teatro di Ostia Lido. Sotto la guida di attori e registi i ragazzi si impadroniranno delle tecniche di narrazione e li sperimenteranno con gli argomenti storici e scientifici appresi durante la prima settimana. Davanti al green screen metteranno in scena i contenuti del percorso narrativo Rapsodie digitali, diventando essi stessi protagonisti di pillole video realizzate ad hoc.

“Rapsodie digitali è una narrazione partecipata del Parco Archeologico di Ostia Antica, in cui i cittadini più giovani non sono solo fruitori ma anche produttori e disseminatori digitali di contenuti culturali” sostiene Mariachiara Guerra, architetto e project manager “Il progetto è nato dalla convinzione che l’educazione sia la prima forma di rigenerazione urbana e che il patrimonio culturale sia soprattutto patrimonio della comunità: è in questa prospettiva condivisa che ha lavorato un team multidisciplinare di archeologi, ricercatori, attori e registi.”

Secondo Cristiano Petretto, direttore artistico dell’associazione Affabulazione, Rapsodie Digitali è un progetto che definisce perfettamente la mission dell'associazione Affabulazione, in quanto unisce e invita a dialogare il teatro, la storia, l’arte, la scienza e le nuove tecnologie, dando modo alle nuove generazioni di approcciarsi alla conoscenza attraverso tecniche innovative e stimolanti.”

“Vorrei essere uno di quei bambini per partecipare a laboratori didattici divertenti come Rapsodie Digitali,” afferma Alessandro D'Alessio, Direttore del Parco archeologico di Ostia antica “Prima si va alla scoperta di una meravigliosa città antica e dei fenomeni fisici che i romani avevano impiegato per realizzare strutture urbane estremamente funzionali. Poi si continua al Teatro del Lido, impadronendosi di capacità tecniche digitali e di narrazione, strumenti oggi indispensabili per dialogare con il mondo contemporaneo. C'è da divertirsi talmente tanto che non mi stupirei se questi ragazzi scegliessero, tra qualche anno, una di queste tre professioni, archeologo, fisico o divulgatore”.

“Partecipare ad un progetto ambizioso ed immaginifico come 'Rapsodie Digitali' rappresenta una opportunità straordinaria per il Teatro del Lido,” aggiunge Beatrice Burgo, Presidente dell'associazione Teatro del Lido, “non solo per dialogare con le intelligenze e le bellezze vive del nostro territorio, ma soprattutto per investire sulla nuova generazione affinché possa innamorarsi della nostra storia comune e con essa costruire un progetto di futuro.”

“Queste attività di educazione scientifica sono fondamentali per costruire insieme una cittadinanza consapevole e per far comprendere e sperimentare alle bambine e ai bambini i collegamenti tra i diversi saperi e le applicazioni della scienza al vivere quotidiano valide tanto nel passato quanto nel presente” – afferma Susanna Bertelli, responsabile del Servizio Informazione e Divulgazione Scientifica dei Laboratori Nazionali di Frascati dell’INFN.

Il sostegno di Poste Italiane al progetto si inserisce nel più ampio impegno dell’Azienda a promuovere l’inclusione sociale sul territorio, con particolare attenzione agli ambiti più periferici. Formazione, promozione del sapere e coinvolgimento delle generazioni più giovani, sono gli strumenti più efficaci per contribuire allo sviluppo del Paese e ad una sua più equa crescita sociale.

In uno scenario davvero suggestivo Rapsodie digitali promuove:

• La conoscenza del patrimonio archeologico e architettonico, trasformando i luoghi della cultura in spazi permanenti dell’apprendimento trans-disciplinare

• La valorizzazione del patrimonio culturale attraverso percorsi digitali che ne permettano la fruizione a distanza

• L’utilizzo degli strumenti digitali per una didattica attiva basata su un approccio peer to peer

• Lo sviluppo del pensiero complesso

• Il territorio attraverso l’engagement e la testimonianza dei cittadini

IL PROGRAMMA

5 - 9 Luglio 2021 | Una settimana alla scoperta del Parco archeologico di Ostia Antica

Laboratori didattici presso il Parco Archeologico di Ostia, in cui saranno protagonisti di visite guidate, esperimenti e laboratori di storytelling in cui partendo dalla testimonianza archeologica, saranno immersi nella cultura di Roma antica, con cinque giornate a tema, dedicate ad acqua e costruzioni idrauliche, teatro e acustica, universo e i suoi simboli, pittura e segreti del colore, urbanistica e percezione dello spazio.

12 – 16 Luglio 2021 | Una settimana da rapsodie digitali al Teatro del Lido

Laboratori di teatro e narrazione presso il Teatro del Lido, in cui i ragazzi, con la guida di attori e registi, costruiranno i contenuti digitali del percorso narrativo Rapsodie digitali, diventando essi stessi protagonisti di pillole video realizzate con la tecnica del green screen.

IL LOGO

Il logo, realizzato dalla designer Cristina Cecconato, descrive un cambiamento sostanziale di forma che è anche una direzione proiettata verso il futuro.

Non a caso si parte dal cerchio perfetto, in cui s’inscrive l’uomo vitruviano verso il segno di destinazione che è quello del "play" dei contenuti video.

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE