SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Moda, ritorno in Oriente con lo stilista Vittorio Camaiani, essenzialità, tessuti e colori naturali nella collezione primavera-estate

Linee essenziali, che da sempre caratterizzano lo stile Camaiani, riportate negli abiti a kimono con maniche ampissime, negli abiti lunghi da sera e nei tagli asimmetrici delle bluse, nei tailleurs pantaloni dal taglio smoking, talvolta con ali e mantelli discreti, ma sempre impalpabili e fluttuanti

printDi :: 25 marzo 2024 16:56
La sfilata di Vittorio Camaiani alla Galeria Colonna

La sfilata di Vittorio Camaiani alla Galeria Colonna

(AGR) di Manuela Minelli

La Galleria del Cardinale Colonna, settecentesca dimora nobiliare, è stata ancora una volta la prestigiosa location per la sfilata della nuova collezione Primavera-Estate dello stilista marchigiano Vittorio Camaiani, dal titolo evocativo “Ritorno in Oriente”.

Nello storico palazzo romano, la platea era quella delle grandi occasioni, volti e nomi noti della Roma che conta, artisti, politici e nobiltà capitoline, tutti ad applaudire l’Alta Moda dello stilista che ha ricevuto i ringraziamenti e gli affettuosi saluti della Principessa Colonna, nonché del Sindaco di San Benedetto del Tronto, dove ha sede l’atelier dello stilista.

Musiche etniche e sapore d’Oriente per la nuova collezione Vittorio Camaiani, ma anche atmosfere da Shangai anni ’30, nonché i colori di Madre Natura: ocra, sabbia, bianco uovo, verde foglia, verde bosco, verde salvia, gli azzurri del cielo e i colori delle nuvole – dal grigio al bianco, dal rosa pallido all’azzurrino - il verde acqua e il turchese del mare, elemento assai amato dallo stilista e che, ancora una volta, ritorna nelle sue collezioni.

Linee essenziali, che da sempre caratterizzano lo stile Camaiani, riportate negli abiti a kimono con maniche ampissime, negli abiti lunghi da sera e nei tagli asimmetrici delle bluse, nei tailleurs pantaloni dal taglio smoking, talvolta con ali e mantelli discreti, ma sempre impalpabili e fluttuanti, per dare quel tocco di eterea fluidità che qualsiasi donna desidera mostrare ad ogni suo passo.

I tessuti per l’Oriente di Camaiani spaziano dal batik (stampato o disegnato dallo stilista) alla seta, dallo chiffon alle organze, dal ruvido lino al cotone.

Interessanti gli accessori dove è sempre l’Oriente il protagonista: calzature in rafia naturale quasi raso terra, anche se poi, all’uscita degli abiti da sera, le mannequin indossavano preziose scarpine realizzate da Lella Baldi su disegno dello stilista, spesso in raso e con un notevole tacco a spillo. Ancora rafia nei cappelli a pagoda di Jommi Demetrio e nei divertenti mono orecchini e fermacapelli, come leggeri mandala e spirali nei colori naturali. E, ancora, corde colorate con i medesimi motivi a cerchio in rafia come cinture, a mettere in risalto la semplicità delle linee.

In linea con la raffinatezza della collezione Camaiani, le modelle hanno sfilato con i capelli raccolti in chignon, realizzati dalla Compagnia della Bellezza e con un trucco nature, opera della make-up artist, Viviana Ramassotto.

le foto della sfilata sono  di Manuela Minelli

Photo gallery

La sfilata di Vittorio Camaiani alla Galeria Colonna
La sfilata di Vittorio Camaiani alla Galeria Colonna
La sfilata di Vittorio Camaiani alla Galeria Colonna
La sfilata di Vittorio Camaiani alla Galeria Colonna
La sfilata di Vittorio Camaiani alla Galeria Colonna
La sfilata di Vittorio Camaiani alla Galeria Colonna

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE