SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Librerie, case editrici e biblioteche più vicini, nuove alleanze strategiche nel mondo del libro

Dalla stampa alla promozione, dalla gestione logistica alle manifestazioni sul territorio: in ogni fase emerge l’esigenza di dare maggior armonia, coordinamento, efficienza alla filiera. Ridare valore alle biblioteche e alle librerie come presidio culturale radicato nel territorio

printDi :: 23 maggio 2022 15:24
Librerie, case editrici e biblioteche più vicini, nuove alleanze strategiche nel mondo del libro

(AGR) Formazione, condivisione, trasparenza e razionalità sono fra le parole che più sono risuonate negli incontri tra gli operatori professioni in questi giorni di Salone del libro in occasione degli incontri promossi da ADEI, Associazione degli Editori Indipendenti, che rappresenta oltre 250 sigle editoriali italiane.

Dalla stampa alla promozione, dalla gestione logistica alle manifestazioni sul territorio: in ogni fase emerge l’esigenza di dare maggior armonia, coordinamento, efficienza alla filiera.

Il più grande appuntamento editoriale del nostro Paese è indubbiamente l'occasione per fare una riflessione trasversale e allargata ai tanti attori della filiera, con cui è importante confrontarsi per il bene del settore.

Tra i temi più sentiti certamente l’importanza di ridare valore alle biblioteche e alle librerie come presidio culturale radicato nel territorio, che il digitale può affiancare ma non sostituire. "Biblioteche e librerie rappresentano un patrimonio culturale, un luogo di aggregazione e condivisione, il loro valore va ben al di là del mercato”. - sottolinea il Presidente di ADEI Marco Zapparoli. – “In nome dell’efficienza logistica, per rispondere al desiderio di disporre di un libro in poche ore rischiamo di rinunciare a cose importantissime che librerie e biblioteche ci offrono. Più che sostenerle, dobbiamo lavorare insieme a loro. Ma non possiamo farlo da soli: occorre un supporto delle istituzioni e dell'unità di tutti gli operatori della filiera. Si parla dell'importanza dei libri, raramente dell'importanza delle librerie e ancor meno delle biblioteche. Per questo ADEI desidera che la legge per il libro favorisca la condivisione di risorse, tecnologie e progetti a vantaggio di tutta la filiera, qualsiasi sia la dimensione degli operatori. E darà presto il via a tavoli di lavoro con tutti i partner del mondo del libro".

Che cos'è ADEI

ADEI - Associazione degli Editori Indipendenti è nata nel 2018 e raggruppa oltre 250 editori italiani. L'obiettivo è di dare voce alle tante realtà editoriali indipendenti italiane coltivando il confronto e la "bibliodiversità", dando valore alle identità, anche territoriali, dei Soci e alle differenze che li caratterizzano.

ADEI inoltre coltiva il rapporto con tutti gli operatori della filiera del libro (librai, autori, traduttori, bibliotecari, insegnanti, artisti e non solo) per condividere progetti e idee che stimolino l'azione culturale e valorizzino il mondo editoriale, certi che rappresenti un pilastro della cultura italiana, anche dal punto di vista economico.

Tra le iniziative recenti: il catalogo editoriale di ADEI, che raccoglie in un unico strumento oltre 750 novità degli editori associati e facilita il dialogo con librerie, biblioteche e sistemi educativi e scolastici; il progetto Lettura Day, dedicato alla lettura ad alta voce e realizzato in collaborazione con il Cepell (Centro per il Libro e la Lettura); il forum “Tutti i libri del mondo”, una finestra sull’editoria del territorio promossa insieme agli associati regionali di ADEI.

Il Presidente di ADEI è Marco Zapparoli (Marcos y Marcos), le Vicepresidenti sono Francesca Archinto (Babalibri) e Isabella Ferretti (66thand2nd).

nella foto precedente edizione fiera del libro di Torino

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE