SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

La "Domenica del Buon Pastore" riflessione in poesia e musica alla Basilica di Sant'Ambrogio e Carlo al corso

L’incontro si svolgerà sabato 24 aprile alle ore 16.00, presso la Basilica dei Santi Ambrogio e Carlo al Corso. L'iniziativa vuole dare un contributo all’animazione culturale e spirituale del Centro, un’occasione di relazione e dialogo tra giovani e adulti

printDi :: 19 aprile 2021 19:42
Sant'Ambrogio e Carlo al corso

Sant'Ambrogio e Carlo al corso

(AGR) Appuntamento il prossimo 24 aprile con una significativa e partecipata celebrazione della Domenica del Buon Pastore, con una rifelssione in poesia e musica. “Sono varie le circostanze – spiega Padre Pierluigi Giroli - che hanno ispirato la proposta di questo pomeriggio di riflessione in poesia e musica: la ricorrenza liturgica della Domenica del Buon Pastore, la felice memoria del Secondo Centenario dell’Ordinazione Sacerdotale del Beato A. Rosmini, il prestigioso contesto della Giornata Mondiale del Libro, giunta alla sua venticinquesima edizione e patrocinata dall’UNESCO.

Per questi motivi, nello spirito della Carità Universale e della cura integrale della persona, tanto caro a Rosmini stesso, in collaborazione col Collegio Missionario “Antonio Rosmini” di Roma e con il mandato e il sostegno di Padre Vito Nardin, Superiore Generale dell’Istituto della Carità, i Padri e amici Rosminiani di San Carlo al Corso hanno pensato di offrire un momento di meditazione dal titolo “Infirmitas et Caritas”, nel contesto del difficile momento che stiamo vivendo.

L’incontro si svolgerà sabato 24 aprile 2021 alle ore 16.00, presso la Basilica dei Santi Ambrogio e Carlo al Corso. Già durante lo scorso inverno, l’attore Emmanuel Casaburri ha condotto, in parte in presenza presso la Basilica e, quando questo non è stato possibile, a distanza, un laboratorio teatrale inclusivo, con lo scopo di dare un contributo all’animazione culturale e spirituale del Centro Storico della Capitale, un’occasione di relazione e dialogo tra giovani e adulti, specialmente nella situazione di isolamento che le varie forme di restrizione, di cui sono stati oggetto in questi mesi a causa dell’emergenza Covid.

Proprio quanti hanno frequentato questo percorso di fede e poesia, aperto a tutti, reciteranno in questa occasione dei testi letterari di grande valenza spirituale, spaziando da Dante a Clemente Rebora, accompagnati dai commenti musicali del M.ro Josep Solè Coll, Primo Organista della Patriarcale Basilica Vaticana.

L’evento, infatti, intende essere un’esperienza pilota di formazione giovanile, da allargare auspicabilmente in futuro a studenti universitari e docenti di Roma, di ogni ordine e grado. Il sogno nel cassetto è la realizzazione, già in corso di elaborazione, del progetto di un Istituto di Studi e Alta Formazione ispirato al pensiero del Beato Antonio Rosmini che si vorrebbe intitolare a San Giovanni Paolo II, affidandolo alla direzione del Prof. Rocco Pezzimenti, intellettuale cattolico di grandissima autorevolezza, cui cogliamo l’occasione per rinnovare la nostra stima e gratitudine, assieme all’infaticabile Prof. Gennaro Colangelo, anima nascosta di questa iniziativa”.

Il Laboratorio Teatrale

“Nei mesi della pandemia è stato organizzato nell'Antica Sacrestia della Basilica dei Santi Ambrogio e Carlo al Corso un laboratorio teatrale diretto a ripristinare confronti relazionali fra i giovani che gravitano intorno alla Rettoria. - afferma Emmanuel Casaburri, responsabile Laboratorio Teatrale Basilica Sant’Ambrogio e Carlo al corso - Come conduttore delle attività ho spiegato ai fruitori che il nostro scopo non era quello di costruire un'accademia di recitazione, ma di stimolare riflessioni individuali e collettive sulla bellezza dell'incontro con l'altro e dello scambio di esperienze.

Dapprima il training sulle dinamiche corporee, poi l'educazione vocale e infine la lettura espressiva hanno prodotto un risveglio emotivo dei membri del gruppo, che hanno sconfitto la tentazione letargica a rifugiarsi in casa per la paura del contagio, pur continuando a osservare scrupolosamente le norme previsteper il contenimento del virus. Le nostre città d'arte vivono di cultura, soprattutto laddove i beni culturali e religiosi assumono una funzione fortemente simbolica di coesione, e la comunità dei fedeli si è stretta intorno al nostro team, partecipando attivamente all'articolazione di una dimostrazione di lavoro che va a coincidere con la Giornata Mondiale del Libro patrocinata dall'UNESCO.

I testi di Clemente Rebora, - conclude Casaburri - che volle essere rosminiano fino in fondo e seppe trasformare la sua grave infermità in un dono poetico, e di altri autori animati dal soffio della grazia, vogliono rappresentare un monito per trasformare anche la sofferenza in un momento di crescita, vincendo l'ansia che ci attanaglia e coltivando la speranza, dovere morale di ogni cristiano”.

Sabato 24 Aprile 2021

BASILICA DEI SS. AMBROGIO E CARLO AL CORSO

Via del Corso, 437 – ROMA

h. 16.00 in Basilica

• Intervento del Prof. Rocco Pezzimenti: “Fede e poesia per la cura della Persona”.

• Lettura di testi di poesia spirituale.

• Intermezzi musicali a cura del M.ro Josep Solè Coll. Primo Organista della Patriarcale Basilica di San Pietro in Vaticano.

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE