SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Giovanni Palatucci, un uomo buono ed un eroe, la commemorazione dell'anniversario della morte a Dachau

La morte del commissario Palatucci è avvenuta il 10 febbraio 1945 a Dachau. La Questura di Roma, ha ricordato il suo sacrificio con una pianta d’ulivo, simbolo di forza e resistenza, proveniente dalle colline di Gerusalemme, piantumata nel giardino dell’Istituto Domizia Lucilla

printDi :: 10 febbraio 2022 17:14
La pianta di Ulivo piantata in ricordo del Commissario Palatucci

La pianta di Ulivo piantata in ricordo del Commissario Palatucci

(AGR) In occasione dell’anniversario della morte del commissario Palatucci, avvenuta il 10 febbraio 1945 nel campo di concentramento di Dachau, la Questura di Roma, al fine di ricordare il suo nobile sacrificio, ha organizzato un’iniziativa in suo onore. Una pianta d’ulivo, simbolo di forza e resistenza, proveniente dalle colline di Gerusalemme e  donata dalla Fondazione Keren Kayemeth Lelsrael Italia Onlus, è stata piantumata nel giardino dell’Istituto Superiore Domizia Lucilla – Sezione Agraria Federico Delpino, già da anni aderente al Progetto “Scuole Sicure”, e in occasione dell’anniversario è stata scoperta al suo fianco una targa in memoria dell’eroico funzionario di polizia, riconosciuto “Giusto tra le Nazioni” per aver salvato dal genocidio migliaia di ebrei stranieri ed italiani, consapevole dei gravissimi rischi personali.

Hanno partecipato all’iniziativa, alla presenza del  Prefetto di Roma Matteo Piantedosi e del Questore di Roma Mario Della Cioppa,  l’assessore alle attività produttive e alle pari opportunità di Roma Capitale, Monica Lucarelli, il vice presidente della Fondazione KKL Italia Onlus, Daniel Hayon, il presidente della comunità ebraica di Roma Ruth Dureghello e il rabbino capo della Comunità ebraica di Roma Riccardo di Segni.

Dopo l’intervento iniziale di saluto a cura del Dirigente scolastico, dell’Istituto Superiore “Domitia Lucilla”, dott.ssa Maria Adele De Caro, si sono susseguiti gli interventi delle principali autorità presenti, dai quali è emersa l'importanza della figura di Giovanni Palatucci e la grandiosità di un uomo che, fedele al suo cuore e ai suoi valori, è  riuscito  a salvare migliaia di persone, esempio per tutti noi, ma soprattutto per le nuove generazioni.

Anche alcuni studenti hanno voluto rendere omaggio alla figura del valoroso Funzionario di Polizia, leggendo alcuni passi tratti da “Se questo è un uomo” di Primo Levi.

La cerimonia si è conclusa con la lettura di un salmo da parte del rabbino capo della Comunità ebraica di Roma, Riccardo Di Segni e di monsignor  Roberto De Odorico presidente dell’Associazione Giovanni Palatucci.

Photo gallery

La cerimonia rievocativa del sacrificio del commissario Palatucci
la stele ricordo del commissario Palatucci

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE