SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Cinelido, Festival del Cinema breve al Porto Turistico

Il Festival è in programma dal 16 al 18 luglio ore 21 al centro della marina del Porto. Primo giorno dedicato all'Albania, sabato invece sarà la volta ai cortometraggi vincitori del Premio David di Donatello, ultimo giorno riservato ad autori italiani

printDi :: 15 luglio 2021 20:18
Presentazione Cinelido

Presentazione Cinelido

(AGR) di Ginevra Amadio

È stata presentata questa mattina in conferenza stampa la prima edizione di Cinelido – Festival del Cinema italiano dedicato alla promozione e valorizzazione del cinema breve. L’incontro, nella sala conferenze del Porto Turistico di Roma, si è svolto in un clima denso di emozioni, alla presenza dei fondatori Giulio Mastromauro, Andrea Cicini, Alberto De Angelis, dell’Assessora allo Sport, Turismo di Roma Capitale Veronica Tasciotti e di Silvana Denicolò, Assessora alla Cultura, Sport, del X Municipio.

La manifestazione – un’intensa tre giorni con un programma di proiezione e incontri – si svolgerà dal 16 al 18 luglio, ore 21, al centro della marina del Porto. A carattere gratuito, Cinelido è organizzato da Zenmovie, prestigiosa realtà europea operante nel mondo del cortometraggio. Strettamente legata al luogo che la ospita, la kermesse intesse col Mediterraneo un rapporto profondo, dedicando la sezione speciale a un focus sulla cinematografia di un Paese affacciato.

Quest’anno è la volta dell’Albania, grazie al gemellaggio internazionale stretto con il Tirana International Film Festival, appartenente al circuito dei Festival Oscar Qualifying. Appuntamento venerdì 16 luglio, con la proiezione di “Shok” di Jamie Donoughue; “The Van” di Erenik Bequiri; “Ballkoni” di Lendita Zeqiraj; “A Month” di Zgijm Terziqi; “Ajo” di More Raça. Ospiti della serata: Matteo Branciamore e Agron Domi, direttore del Tirana International Film Festival.

La seconda serata proporrà invece una selezione di cortometraggi vincitori del Premio David di Donatello, grazie alla sinergia tra l’Accademia e Cinelido. Questi i titoli: “Anne” di Domenico Croce e Stefano Malchiodi; “Inverno” di Giulio Mastromauro; “Bismillah” di Alessandro Grande; “A casa mia” di Mario Piredda; “Bellissima” di Alessandro Capitani; “Thriller” di Giuseppe Marco Albano; “37° 4 S” di Adriano Valerio; “Dell’ammazzare il maiale” di Simone Massi. Ospiti specili; Piera Detassis, Presidente dell’Accademia del Cinema Italiano, l’Onorevole Nicola Acunzo, ideatore della Giornata Mondiale del Cinema Italiano, i registi Domenico Croce, Stefano Malchiodi, Giulio Mastromauro, Alessandro Grande, Mario Piredda, Alessandro Capitani, Giuseppe Marco Albano, Ali Asgari e Farnoosh Samadi – presidenti di giuria – e Maria Di Razza e Ulysse Serres, registi e selezionatori della sezione concorso.

La sezione competitiva del Festival, con proiezioni il 18 luglio, è aperta solo a film diretti da autori nati o residenti in Italia, della durata non superiore a 20 minuti. I cortometraggi concorreranno ai seguenti premi: Miglior Corto, Miglior Attore, Miglior Attrice, Miglior Sceneggiatura, Miglior Colonna Sonora. I titoli in concorso sono: “Accamòra” di Emanuela Muzzupappa; “Being My Mom” di Jasmine Trinca; “Gas Station” di Olga Torrico; “Inanimate” di Lucia Bulgheroni; “Les Aigles De Carthage” di Adriano Valerio; “Magic Alps” di Andrea Brusa e Marco Scotuzzi; “Mila” di Cinzia Angelini; “Parru Pi Tia” di Giuseppe Carlo. Ospiti speciali: Manuela Rima di Rai Cinema, Ali Asgari e Farnoosh Samadi che presenteranno il loro corto “Il silenzio” (2016). E ancora: Emanuela Muzzupappa, Olga Torrico, Lucia Bulgheroni, Cinzia Angelini, Giuseppe Carleo, registi in concorso, e Maria Di Razza e Ulysse Serres.

Il Festival si inserisce nel progetto di rilancio e di riqualificazione socio-culturale del Municipio X di Roma, supportato dall’Amministrazione Comunale e da tutte le Istituzioni. Queste le parole di Giulio Mastromauro, Fondatore e Direttore artistico: «Cinelido vuole rappresentare un momento di ripartenza per tutto il movimento cinematografico italiano e per i giovani autori nazionali che non hanno potuto godere delle meritate vetrine dal vivo nei tanti Festival che hanno dovuto sospendere, causa Covid, la loro programmazione live. Abbiamo voluto accompagnare “Cinelido” col significativo corredo di “Festival del Cinema Italiano” convinti della necessità, in questo momento più che mai, di contribuire alla ripartenza di un intero movimento, quello del cinema breve emergente, rappresentato da quegli autori che, nei prossimi anni, esordiranno nella produzione dei lungometraggi destinati alle sale cinematografiche».

foto Pino Rampolla

Photo gallery

Presentazione Cinelido

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE