SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

X Municipio, semplificazione amministrativa per i "buoni spesa"

Marco Possanzini (SI X Municipio): aumentare il numero delle edicole convenzionate anche all'hintrland ed accettazione del modulo buoni spesa anche in condizione autocertificata di coabitazione. Presentato in Municipio un documento e una diffida.

printDi :: 08 aprile 2020 15:35
X Municipio, semplificazione amministrativa per i buoni spesa

(AGR) “In questi giorni particolarmente difficili - afferma Marco Possanzini, SI X Municiio - non è possibile avanzare richieste presso gli uffici anagrafici del Comune o Municipio di Residenza ed inoltre i tempi tecnici di attesa determinati dall’elaborazione della domanda, le opportune verifiche e quindi la comunicazione dell’accettazione o meno della richiesta da parte dell’Ente interessato, sarebbero in ogni caso fortemente penalizzanti per chi ha necessità di richiedere i “buoni spesa” trovandosi in una condizione di oggettiva difficoltà economica e contemporaneamente di condivisione della residenza. Va sottolineato che i moduli per la richiesta dei buoni spesa sono in realtà delle autocertificazioni che, sia a campione e sia con controlli successivi da parte degli Enti preposti, verranno attentamente verificate e quindi ogni tentativo di frode potrà essere perseguito

La situazione che stiamo vivendo è straordinaria ed i provvedimenti per aiutare i più deboli devono essere tali. Pertanto abbiamo diffidato il Municipio ed il Comune ad accettare anche moduli per la richiesta dei “buoni spesa” dove in fase di compilazione il richiedente ha autocertificato la sua condizione di coabitazione esente da vincoli di legame. Questa condizione di coabitazione di necessità è molto frequente fra lavoratori e lavoratrici, spesso informali e occasionali, molto spesso costretti al pagamento in  nero dei canoni d’affitto.

Pensiamo ad esempio a categorie come badanti, collaboratrici familiari, operai dell’edilizia e quant’altro che, per ragioni di assoluta necessità, condividono una stessa residenza pur non avendo vincoli di legame fra loro.  Sempre in materia di “buoni spesa” il Comune di Roma, al fine di migliorare la trasmissione dei moduli di richiesta degli stessi, ha stipulato una convenzione con alcune edicole della città. Nel nostro Municipio le uniche 4 edicole convenzionate si trovano però tutte ad Ostia Lido, praticamente solamente ai residenti del litorale viene data la possibilità di presentare il modulo cartaceo per la richiesta dei “buoni spesa”. Sono totalmente esclusi da questa possibilità i residenti che abitano nell’entroterra del Municipio X. Per questo abbiamo presentato un documento in Municipio con cui chiediamo che la platea delle edicole convenzionate venga estesa con almeno un esercizio per ogni quartiere densamente abitato”.

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE