SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Roma, "Giornata nazionale del fiocchetto lilla", Funari: sconfiggere il silenzio

Giornata dedicata alla sensibilizzazione dei Disturbi del Comportamento Alimentare.  Sono più di 3 milioni le persone che soffrono di disturbi alimentari con il 6% di morti ogni anno per anoressia e il 2% per bulimia.

printDi :: 15 marzo 2022 13:55
Roma, Giornata nazionale del fiocchetto lilla, Funari: sconfiggere il silenzio

(AGR) Anche Roma Capitale aderisce oggi alla Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla, dedicata alla sensibilizzazione dei Disturbi del Comportamento Alimentare. Tra le diverse iniziative in programma, il convegno “Percorsi di cura per i disturbi dell’alimentazione”, organizzato dall’associazione Fenice con il patrocinio dell’assessorato alle Politiche Sociali; stasera l’illuminazione di lilla del Colosseo.

Sono più di 3 milioni le persone che soffrono di disturbi alimentari con il 6% di morti ogni anno per anoressia e il 2% per bulimia.

“Un grave fenomeno - sostiene l’assessora alle Politiche sociali e alla salute di Roma Capitale Barbara Funari - che va affrontato attivando una relazione di aiuti per chi è colpito dai disturbi alimentari, ma anche per i familiari che spesso tendono a sottovalutare la malattia, o non sanno come intervenire. Da tenere in considerazione anche gli effetti della pandemia, con un aumento del 30% dell’incidenza di nuovi casi, l’abbassamento dell’età da quella adolescenziale a quella preadolescenziale del fenomeno e il coinvolgimento anche della popolazione maschile. Oltre che difendere i diritti di chi è colpito da disturbi del comportamento alimentare, le Istituzioni hanno un ruolo decisivo anche nel combattere informazioni distorte e pregiudizi e nell’accrescere la consapevolezza collettiva del carattere di epidemia sociale che i DCA stanno assumendo a livello nazionale e mondiale. Fondamentale, oltre che sensibilizzare l’opinione pubblica, è creare una rete di solidarietà per sconfiggere il ‘silenzio’ che spesso accompagna questi disturbi che colpiscono sia la salute fisica sia psicologica di chi ne soffre”.

foto pixabay

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE