SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Polizia, violenze in famiglia, due arresti

Il primo episodio è accaduto ad Anzio dove è finito in manette un romeno di 40 anni che aveva aggredito la moglie e gli agenti intervenuti. Ad Ottavia, invece, un romano agli arresti domiciliari è uscito per andare sotto casa della ex: arrestato per evasione

printDi :: 16 maggio 2020 17:04
Polizia, violenze in famiglia, due arresti

(AGR) Ieri sera, intorno alle 20, gli agenti della Polizia di tato del commissariato di Anzio - Nettuno, diretto da Andrea Sarnari,  sono intervenuti in via  Jenne, dove un uomo,  P.D., romeno di 40 anni, nel corso di una lite, aveva aggredito la moglie. In particolare, dopo averla legata ad una sedia in giardino, l’aveva minacciata con un’accetta ed una tanica di benzina tra le mani. La vittima, riuscita  divincolarsi, aveva telefonato alla Polizia chiedendo aiuto.

Mentre gli agenti stavano ascoltando la donna, si è avvicinato il marito  che, in evidente stato di ubriachezza, ha iniziato a dare in escandescenza minacciando i poliziotti. Riportato alla calma, quando gli agenti gli hanno chiesto di esibire un documento, questo ha ricominciato a minacciarli scagliandosi contro di loro. Bloccato, è stato accompagnato negli uffici di polizia dove è stato arrestato per  resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale nonché per maltrattamenti in famiglia e lesioni. Gli agenti, che sono dovuti ricorrere a cure mediche, hanno riportato 3 giorni di prognosi così come anche la donna.

Ad Ottavia, invece, un  uomo agli arresti domiciliari si allontana per andare sotto casa della ex: il 46enne romano è stato arrestato Sebbene fosse sottoposto, infatti,  alla misura degli arresti domiciliari, si è tolto il braccialetto elettronico e si è diretto verso casa della ex compagna, a dispetto del divieto di avvicinamento impostogli per il reato di maltrattamenti in famiglia. E’ successo la scorsa notte ad Ottavia, borgata della periferia romana. Ad allertare i poliziotti è stata la 32enne, spaventata, dopo che la madre le aveva comunicato che l’uomo si trovava sotto la loro abitazione dove stava discutendo animatamente con il padre. L.F., trovato in strada, è stato arrestato per evasione dagli agenti dei commissariati Aurelio e Monte Mario e tradotto poi presso il carcere di Regina Coeli.

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE