SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Lite in famiglia, picchia la moglie e gli tira...anche un vaso di fiori, in manette

Non era stato sufficiente aggredirla e picchiarla in macchina. Le ha anche tirato dei vasi di fiori da un balcone mentre la compagna era intenta a raccontare a una sua amica quanto accadutogli ed in presenza di uno dei suoi due figli.

printDi :: 18 luglio 2020 15:46
Lite in famiglia, picchia la moglie e gli tira...anche un vaso di fiori, in manette

(AGR) Non era stato sufficiente aggredirla e picchiarla in macchina; le ha anche tirato dei vasi di fiori da un balcone mentre la compagna era intenta a parlare con una sua amica in presenza di uno dei suoi due figli. E’ accaduto due sere fa, poco prima di mezzanotte, in via del Prato dove è stato richiesto l’intervento di una volante della Polizia di Stato per una lite.

Giunti sul posto, i poliziotti hanno individuato in strada la vittima con un labbro gonfio, per il quale hanno richiesto l’intervento dei sanitari del 118.Durante l’attesa, la donna ha raccontato agli agenti che poco prima, mentre rincasava in macchina insieme al compagno, è iniziata una violenta lite all’apice della quale è stata aggredita dall’uomo – episodio che, nel corso degli otto anni di convivenza, si era verificato più volte -  che subito dopo scendeva dall’autovettura. Lei, trascorsi alcuni attimi per riprendersi, ha successivamente contattato la sua amica e vicina di casa raccontandole quanto accaduto e, subito dopo la chiamata, la donna ha accolto i figli dell’amica in casa.

Nel momento in cui la vittima è tornata nel suo appartamento, ha trovato ad aspettarla la sua amica, in compagnia della figlia, che ha provato a tranquillizzarla. Improvvisamente si è affacciato dal balcone il compagno  che, incurante della presenza delle persone in strada, ha lanciato contro di loro due vasi di fiori.

Più tardi, mentre i sanitari provvedevano ad accompagnare la donna in ospedale per le ulteriori cure necessarie, i poliziotti hanno identificato l’uomo, I.L., romano di 52 anni, il quale, vedendo la compagna assistita dal personale medico, ha iniziato ad inveirle contro con veemenza minacciandola di morte. I.L è stato quindi accompagnato presso il commissariato Casilino Nuovo dove, ultimati gli atti, è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia e lesioni dolose.

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE