SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

La Rustica, vanno a fare la spesa ma non vogliono pagare, due in manette

Sabato scorso due ghanesi erano andati al supermercato, riempiendo gli zaini di merce rubata e presentandosi alle casse solo con poche confezioni. Il gioco era stato notato da un vigilantes che ha tentato di bloccarli. Uno dei due ha impugnato un coltello

printDi :: 14 aprile 2020 12:46
coltello serramanico del ghanese

coltello serramanico del ghanese

(AGR) È avvenuto nel primo pomeriggio di sabato. Due ghanesi di 22 e 28 anni sono entrati in un supermercato in zona “La Rustica” e, guardandosi intorno con fare circospetto, da una parte hanno iniziato a riempire gli zaini di confezioni alimentari e ne hanno messi altre nel carrello. Il “movimento” è stato però notato dalla vigilanza privata dell’esercizio commerciale che ha subito chiamato il NUE per segnalare quanto stava accadendo: l’operatore della Polizia di Stato ha immediatamente inviato due pattuglie sul posto. Intanto, il 22enne K.I. ed il suo amico M.A. sono arrivati alle casse, hanno pagato la merce nel carrello e si sono avviati verso l’uscita. A quel punto la guardia giurata ha chiesto loro di mostrare cosa avessero negli zaini. Per tutta risposta K.I. Ha tirato fuori, dalla tasca dei pantaloni, un coltello a serramanico di grosse dimensioni e glielo ha rivolto contro minacciandolo, mentre M.A. lo ha spintonato per riuscire ad uscire dal negozio insieme al complice. In quel momento sono arrivati gli agenti del commissariato Prenestino, diretto da Roberto Arneodo e del Reparto Volanti, diretto da Giuseppe SangiovanniI,  che hanno bloccato ed arrestato i malviventi.

Perquisiti, nei due zaini gli agenti hanno rinvenuto decine di confezioni di prodotti alimentari, inoltre, addosso al 28enne, è stata trovata una bustina in cellophane trasparente contenente 1,88 grammi di marijuana. La guardia giurata e una dipendente sono stati medicati sul posto, da personale del 118, per le ferite riportate durante la colluttazione, mentre il “bottino” è stato riconsegnato al responsabile del punto vendita. Per K.I. ed M.A. si sono aperte le porte del carcere di Regina Coeli: tentata rapina aggravata in concorso è il reato di cui dovranno rispondere davanti all’Autorità Giudiziaria.

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE